L’80% dei giovani italiani è sfiduciato dalla crisi economica

 

Quasi l’80% dei giovani italiani tra i 16 e i 30 anni si sente “emarginato dalla crisi economica e dunque escluso dalla vita sociale del Paese”, ma meno della metà di loro vuole trasferirsi all’estero per studiare o cercare lavoro.

È quanto emerge da un’indagine di Eurobarometro condotta su oltre diecimila giovani provenienti da 20 Paesi dell’Ue nell’aprile del 2016. Nella Ue è il (57%) a sentirsi emarginato. Il sentimento di sfiducia è diffuso e a incidere sono anche gli eventi che agitano l’Unione europea. Secondo Eurobarometro, “non sorprende che i tassi di sfiducia siano molto più alti nei Paesi colpiti dalla crisi”. A risentirne di più, infatti, sono i giovani di Grecia (93%), Portogallo (86%), Spagna (79%) e Italia (78%).

Tuttavia, il 61% dei ragazzi del campione ascoltato non vuole studiare o lavorare in un altro Paese, opinione condivisa dal 52% degli italiani. Il futuro dell’Europa tocca comunque da vicino i giovani europei: l’indagine segnala che il 90% di essi ritiene importante conoscere l’Ue e il funzionamento delle sue istituzioni. In Italia, però, solo il 44% dei giovani ascoltati ritiene fondamentale partecipare effettivamente alla vita pubblica europea tramite elezioni: a credere maggiormente nel voto sono soprattutto i giovani di Francia (70%), Regno Unito (57%) e Germania (54%). (fonte:ANSA).



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -