Bosnia: inaugurata la moschea finanziata dalla Turchia

Condividi

 

 

mosche-bosnia

In Bosnia ed Erzegovina, la moschea Ferdhadija di Banja Luka del XVI secolo ha riaperto le sue porte ai fedeli. Il 7 maggio 1993 era stata fatta saltare in aria dai serbi durante la guerra di Bosnia. Alla cerimonia d’inaugurazione blindata ha partecipato il primo ministro turco Ahmet Davutoglu. Ankara ha finanziato buona parte del costo della ricostruzione di uno degli esempi più importanti dell’architettura turco-ottomana.

“Come persone responsabili dobbiamo costruire il nostro futuro sulla fiducia e il rispetto. Facciamo del nostro meglio per capire di più noi stessi, per non metterci in pericolo, ma per imparare gli uni dagli altri con buona volontà, rispetto e onestà”, ha il Presidente della Presidenza della Bosnia-Erzegovina (BiH), Bakir Izetbegovic.

I lavori di ricostruzione, durati 15 anni, sono costati oltre cinque milioni di euro. Ex patrimonio dell’umanità Unesco, la moschea rappresentava uno dei più rinomati luoghi di culto per i musulmani di Bosnia. EURONEWS

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -