Bankitalia: “Il 10% delle famiglie è esposto al bail-in”

 

tasse0“Si può stimare che il complesso degli investimenti delle famiglie in strumenti (diversi dalle azioni) che potrebbero essere interessati da misure di bail-in in caso di risoluzione rappresenti poco oltre il 10 per cento delle attività finanziarie delle famiglie italiane”. E’ quanto si legge nel rapporto sulla stabilità finanziaria della Banca d’Italia.

“Le obbligazioni subordinate pesano per meno dell’1 per cento, quelle senior non garantite per il 4,3 per cento e i depositi superiori a 100.000 euro per il 5,6 per cento. L’importo totale della ricchezza delle famiglie che potrebbe essere effettivamente coinvolto dipende dalle dimensioni della banca in dissesto, dal valore delle perdite, dall’ammontare di capitale detenuto, dalle necessità di ricapitalizzazione e dalle decisioni dell’autorità di risoluzione, che potrebbe escludere alcune passività in via discrezionale al fine di preservare la stabilità finanziaria”, conclude.

agenzia dire.it

Il bail-in si basa sul concetto che, per il salvataggio di una banca, a pagare debbano essere in primo luogo gli azionisti dell’istituto stesso, senza ricorrere ad aiuti esterni, di un’altra società o, in particolare,  dello Stato.

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi