Milano: malati psichiatrici picchiati e maltrattati, choc in una casa di cura

 

Picchiavano e colpivano anche con oggetti i 10 pazienti di una casa di cura della asl di Milano per malati psichiatrici, nel quartiere Comasina. Autori dei maltrattamenti quattro operatori socio sanitari di origini peruviane con età compresa tra 50 e 60 anni. Uno di loro, di 52 anni, è stato arrestato in flagranza di reato e, condannato in primo grado per maltrattamenti, è da un anno agli arresti domiciliari. Gli altri tre uomini sono in attesa di giudizio. Le violenze accertate dalla polizia sono avvenute tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015.

L’indagine del commissariato di polizia di Comasina è iniziata a fine 2014. I familiari dei pazienti si sono lamentati con la direzione della struttura, dove lavorano 10 operatori, dopo aver trovato lividi e segni di violenza sui corpi dei propri parenti. La direzione si è rivolta alla polizia, che ha installato delle telecamere nella casa di cura. Si è scoperto che i quattro operatori picchiavano, strattonavano e maltrattavano i malati senza apparente motivo.

L’indagine si è svolta prima con telecamere che trasmettevano immagini in differita, poi, ottenuto il permesso dal pubblico ministero, con tecnologia che ha permesso di monitorare la situazione in diretta. Da qui l’arresto in flagranza di reato del primo operatore ad aprile 2015. Le indagini preliminari si sono chiuse a febbraio 2016. Gli altri tre uomini, che sono stati licenziati, sono in attesa di giudizio.

La polizia ha intercettato anche i telefoni dei quattro operatori, che parlavano con i propri parenti delle violenze che infliggevano ai pazienti. I quattro uomini hanno sempre agito da soli, mai in concorso, ma erano a conoscenza dei maltrattamenti degli altri tre. Si sono giustificati dicendo che rispondevano alle provocazioni dei pazienti, ma le immagini della polizia li hanno smentiti. Tra gli oggetti usati per colpire i malati, anche i pappagalli utilizzati per contenere l’urina dei malati. ADNKRONOS



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -