Bankitalia: ridurre il debito e completare le riforme strutturali

 

Se l’Italia vuole mantenere e consolidare la fiducia dei mercati è importante garantire nel corso del tempo una riduzione del debito “chiara, visibile e progressiva”, oltre che completare il programma di riforme strutturali.

A dirlo è la Banca d’Italia, che invita l’esecutivo a mantenere “uno stretto monitoraggio” sui conti pubblici per confermare il calo del rapporto debito/pil da quest’anno.

Lo scenario macroeconomico contenuto nel Documento di economia e finanza (Def) “non può dirsi implausibile, sulla base dell’attuale situazione congiunturale, ma resta il rischio di evoluzioni meno favorevoli”, dice Luigi Federico Signorini, vice direttore generale di Bankitalia, durante un’audizione alla Camera.

Il governo ha ridotto la stima di crescita 2016 a +1,2 da +1,6% e a +1,4 da +1,6% l’anno successivo.

La disattivazione delle clausole di salvaguardia, i programmati aumenti di Iva e accise pari a 15 miliardi nel 2017 e a 19 miliardi nel 2018, “è tutto sommato condivisibile, dato l’effetto recessivo che esse potrebbero avere in una fase di ripresa ancora debole”, dice Signorini.

“L’esperienza di questi anni però mi pare abbia mostrato che tali clausole, che non rappresentano un commitment assoluto perché possono sempre essere revocate, non sono uno strumento efficace per rafforzare la credibilità del risanamento delle finanze pubbliche; se ripetutamente disattese, come di fatto è accaduto, possono accrescere l’incertezza”. (reuters)

Ecco perché, conclude Bankitalia, “non vi è alternativa a interventi rigorosi ed efficaci sulle entrate e sulle spese”.



   

 

 

1 Commento per “Bankitalia: ridurre il debito e completare le riforme strutturali”

  1. da 40 anni dite sempre le stesse cose…ripresa,debito pubblico,,,intanto vi aumentate gli stipendioni e i privilegi….

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -