Rubavano fra i bimbi malati del Gaslini, denunciati 10 nomadi

 

GENOVA – Rubavano nelle corsie dei bimbi malati del Gaslini di Genova, ma sono stati presi dalla polizia.

La notizia è accuratamente documentata da ligurianotizie.it

L’operazione denominata ‘Santa Lucia’, patrono delle persone non vedenti, in seguito al primo furto di un ipad compiuta un anno fa dalla banda ad una bambina non vedente e scattata in collaborazione con la direzione dell’Istituto pediatrico, ha consentito di sgominare una banda dedita al furto di cellulari, tablet, preziosi e altro ai danni dei genitori dei piccoli ricoverati e dei sanitari che li assistono.

Genitori e sanitari erano più concentrati a dedicare le loro attenzioni ai bimbi piuttosto che ai loro beni e i nomadi se ne approfittavano.

Le persone denunciate sono una decina e risultano originarie della città di Noto, appartenenti al gruppo nomade denominato dei ‘Camminanti’, a cui vengono imputati una ventina di episodi delittuosi. Sono stati inoltre denunciati due genovesi, dipendenti di un’impresa di pulizia che lavora per l’ospedale, ritenuti responsabili di due furti.

Il commento di una mamma:

Io sono mamma di una bambina che purtroppo spesso è ricoverata al Gaslini e proprio a gennaio hanno rubato il cellulare della mia piccola nel reparto di malattie neuro muscolari degenerative sito al padiglione 16 .era l’unica cosa che si era portata da casa x poter giocare e si è disperata tantissimo in quei giorni…



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -