Pisa, protesta dei profughi: “Il riso è troppo acquoso. E abbiamo paura dei cervi”

 

immigrPisa – Due “profughi” ospitati alla Piaggerta, nel parco di San Rossore, si sono presentati in Prefettura per una singolare quanto inoppotuna protesta: la cottura del riso non è di loro gradimento. Ma non è che la prima di una lunga lista delle lagnanze squadernata sul tavolo del vice prefetto vicario, Valerio Massimo Romeo, che ha ricevuto, ascoltandoli, i due immigrati nel ruolo di rappresentanti delle lamentele di gruppo.

Come scrive IL TIRRENO, l’incontro si è concluso  con fermezza istituzionale. «Un’altra contestazione pretestuosa come questa e firmo la revoca dell’accoglienza» ha scandito il dirigente alla presenza del responsabile immigrazione della prefettura.

Il breve soggiorno nelle residenze vacanziere ha mostrato i suoi lati peggiori per le ventilate esigenze dei migranti, dal Gambia al Senegal, dal Pakistan al Togo alla Costa d’Avorio, trasportati controvoglia nel parco. Il riso con troppa acqua li ha fatti indispettire a tavola, la distanza per raggiungere Pisa li ha spazientiti al momento del tempo libero e, gli occhi sgranati degli interlocutori in prefettura erano da filmato, la presenza di cervi e cinghiali li ha impauriti di notte. Giovani dai venti anni in su, provenienti dall’Africa in guerra, sopravvissuti a traversate in mare in cui il destino può decidere per un soffio tra la vita e la morte, intimoriti dai cervi che “circondano” le abitazioni. Le argomentazioni delle lamentele, così come esternate ieri, non aiutano a far passare il messaggio dell’inclusione per i profughi.

 



   

 

 

1 Commento per “Pisa, protesta dei profughi: “Il riso è troppo acquoso. E abbiamo paura dei cervi””

  1. Se questa gente non è contenta da quanto viene dato a loro perché non tornano nel loro amato paese. Tutto dove vanno hanno delle rimostranze da fare Imbarcateli e spediteli al mittente andremo senz’altro meglio. Io amo la gente di colore e i suoi fratelli ma questi esagerano.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -