Kosovo: gas lacrimogeni contro l’insediamento nuovo presidente Thaci

 

PRISTINA, 8 APR – Gas lacrimogeni sono stati lanciati oggi a Pristina, probabilmente da esponenti dell’opposizione nazionalista, poco prima dell’inizio, sulla centrale Piazza Skanderberg, della cerimonia ufficiale di insediamento del nuovo presidente del Kosovo Hashim Thaci.

I contestatori sono riusciti a sprigionare i lacrimogeni nonostante le severe misure di sicurezza e i controlli messi in atto da un massiccio dispiegamento di poliziotti in assetto antisommossa in tutto il centro della capitale kosovara. Secondo i media locali, almeno cinque persone sono state arrestate per le proteste e il lancio di lacrimogeni. Per ragioni di sicurezza tutte le strade della zona sono bloccate, chiusi locali caffe’ e ristoranti.

L’opposizione da mesi contesta il governo e blocca in tutti i modi l’attivita’ del parlamento, anche con il lancio di lacrimogeni in aula. Gli oppositori chiedono le dimissioni del premier Isa Mustafa responsabile a loro avviso di aver avallato accordi con Serbia e Montenegro lesivi della sovranita’ del Kosovo. Tali intese riguardano la creazione di una Comunita’ di municipalita’ serbe in Kosovo e la demarcazione della linea di frontiera con il Montenegro. (ANSAmed).

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -