Coisp: la maggior parte dei reati di natura violenta sono commessi da immigrati

 

Immigrazione, il Coisp: “Che siano in divisa o meno, che si occupino di clandestini o meno, i colleghi sempre vittime della violenza che accompagna gli stranieri come innegabilmente racconta la cronaca”

immigr2

“Immigrazione non vuol dire mancanza di sicurezza. Immigrazione non vuol dire aumento di determinati reati. Immigrazione non vuol dire pericolo per le Forze dell’Ordine né per i soggetti più indifesi. Tutte asserzioni che la cronaca quotidiana smentisce clamorosamente ed innegabilmente. Purtroppo, invece, è palese che la maggior parte dei delitti di natura violenta che testimoniano il rifiuto netto delle nostre regole e leggi vengono commessi da immigrati, clandestini o meno, aspiranti profughi o meno, e che le Forze dell’Ordine sono le vittime designate di quella violenta.

E’ impossibile, ormai, aprire i giornali senza trovare la notizia di un collega finito in ospedale per mano di immigrati o di soggetti deboli ‘abusati’ dagli stessi protagonisti. Che siano in divisa o meno, in servizio o meno, impegnati in servizi connessi all’immigrazione o meno, gli Appartenenti alle Forze dell’Ordine sono i bersagli prediletti in tutti i contesti possibili. Sarebbe ora di smettere di dire falsità e prendere invece più seri provvedimenti e più severe posizioni contro chi calpesta ignobilmente le nostre leggi ed Istituzioni e chi le rappresenta”.

Così Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, dopo una settimana costellata di fatti di cronaca gravissimi, che hanno avuto per protagonisti sempre immigrati. L’ultimo in ordine di tempo ieri a Roma, dove tre africani si sono ribellati ad un intervento della Polizia che aveva assistito alle loro attività di spaccio vicino alla stazione Termini aggredendoli pesantemente. Tre Agenti sono rimasti feriti ed uno ha dovuto subire l’intervento del chirurgo.

Sempre ieri, a Camposampiero, il Maresciallo dei Carabinieri Vice Comandante della Stazione di Noale è rimasto vittima della brutale aggressione di tre albanesi che lo hanno colpito talmente forte da procurargli la frattura dell’orbita oculare con ben 40 giorni di prognosi. Il militare, libero dal servizio ed in auto con moglie e figlia, era sceso dall’auto facendosi riconoscere dopo che gli stranieri gli avevano tagliato la strada ad uno stop costringendolo a frenare.

A Milano, poi, l’inaspettata evoluzione dell’inchiesta a carico di un rumeno, irregolare e pregiudicato, che ha aggredito con un martello di quelli usati sui treni per rompere i vetri in caso di pericolo una ragazza di 22 anni, per rapinarle 15 euro e cellulare, rompendole il cranio. Il pubblico ministero procedente, infatti, non ha contestato il tentato omicidio all’uomo, ma solo le lesioni e la rapina.

“Certo – sbotta Maccari – l’omicidio è bene contestarlo al Poliziotto che nella sparatoria avvenuta nella notte fra mercoledì e giovedì fra Pavia e Milano con dei fuggiaschi ha risposto al fuoco colpendone uno! Si trattava di un marocchino con precedenti per furto e occupazione di edifici, e con diversi alias, ed è appena il caso di far notare che fuggiva a bordo di una Bmw! Certamente anche lui un POVERO immigrato… Tutte sciocchezze. I poveretti siamo noi che giornalmente abbiamo a che fare con persone che dimostrano purtroppo sempre di più di avere nel proprio Dna il rifiuto delle regole, dell’autorità, della stessa civiltà”.

COMUNICATO STAMPA COISP

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

2 Commenti per “Coisp: la maggior parte dei reati di natura violenta sono commessi da immigrati”

  1. Sacrosantissima verità!

  2. Senza Offesa “ai scoperto l’acqua calda”._
    La morale loro.???
    Non hanno niente da perdere Glii và male.? Hanno trovato vitto e alloggio, ecc.”
    Io ho fatto una esperienza nel 19… alle soglie di novembre; Un martocchino naturalizzato Francese . ad un mercato Centrale, IO subii un borseggio. (devo ringraziare altri commercianti con bamcarelle “Non Taliani” che mi trattennero. Polizia ecc… ecc… fissata udienza, IO “scorato da carabibieri in borghese” Tutto già era stato fatto. ??? .
    Per loro interessamento venni a sapere insieme a loro … Quando la stagione volge al freddo . c’è una transumanza di questi “REI” (furtarelli da quattro soldi – ecc…) per farsi arrestare e passare l’inverno “senza preoccupazioni . vitto, alloggio ecc…”-
    Hanno incrementato senza limite il crimine. (Si vede; nelle galere hanno trovato rifucgio.- (ecco spiegato in altri miei post. “gallette ed acua”- riscaldamento a “fiato”)
    PROVATE A CHIEDERE AL LORO PAESE COSA AVREBBERO AVUTO.!!!
    Ecc … Ecc…

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -