Siria, ministro tedesco: “non vedo Assad come futuro presidente”

 

merkel-steinmeier ”Visti i 250.000 morti e i 12 milioni di profughi, personalmente non riesco a immaginare Assad come una figura accettabile per tutti i gruppi della popolazione” siriana: lo ha dichiarato il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier in un’intervista all’agenzia di stampa russa Interfax.

Oggi Steinmeier ha incontrato il suo omologo russo Serghiei Lavrov, per il quale la tregua sta reggendo. “Abbiamo notato che il regime di cessate il fuoco si sta rafforzando e in generale sta funzionando con successo”, ha affermato il ministro russo in una conferenza stampa dopo l’incontro. Anche il segretario di Stato Usa John Kerry è a Mosca, dove vedrà questa sera a cena Steinmeier per avere uno “scambio di vedute” in seguito al suo incontro col presidente russo Vladimir Putin. Questo perchè gli Usa, su tutti “i principali dossier aperti con i russi”, stanno lavorando anche “in stretto contatto con i tedeschi”, si apprende dal briefing sulla visita diffuso dall’ambasciata Usa a Mosca.

Per quanto riguarda la Siria, l’obiettivo della visita è di “venire al dunque” su che piega prenderà la “transizione politica”. Le parti affronteranno anche altri temi, come Yemen, Libia, Nord Corea e Ucraina.

Intanto l’Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus), con base a Londra, ha calcolato che sono 380 i civili morti nei raid della Coalizione a guida Usa contro l’Isis negli ultimi 18 mesi. Sempre secondo l’ong, i miliziani Isis morti sono 4.108 e 136 quelli del fronte Al Nusra, branca siriana di Al Qaida.

(ANSAmed).



   

 

 

1 Commento per “Siria, ministro tedesco: “non vedo Assad come futuro presidente””

  1. Anche Goebbels era tedesco

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -