Un permesso-premio per il killer del piccolo Tommy

 

tommy

Era il 2 marzo 2006 quando due persone fecero irruzione nella casa a Casalbaroncolo: immobilizzarono Paola Pellinghelli e Paolo Onofri, rapirono il figlio più piccolo, Tommaso di 18 mesi, sotto gli occhi del fratello di 8 anni. Il bimbo sarà ucciso poco dopo mentre per un mese tutta Italia rimase attaccata alla tv nella speranza che fosse ritrovato ancora vivo.

A pochi giorni dal tredicesimo anniversario della morte del piccolo, Mario Alessi, il muratore siciliano condannato al carcere a vita per avere rapito e ucciso il piccolo Tommy, ad aprile potrebbe chiedere i permessi-premio per lavorare all‛esterno del penitenziario. Un‛opzione prevista dalla legge che però è una coltellata al cuore per la famiglia del piccolo Tommy.

“ Quell‛uomo si è macchiato dell‛omicidio di un bambino e prima ancora aveva rapinato e stuprato una ragazza – continua Pellinghelli, contattata da ilfattoquotidiano.it – Anche se si è comportato bene in carcere, non credo sia giusto permettere a una persona così di lavorare a spese di tutti gli italiani, quando ci sono persone oneste che sono disoccupate. Spero che i giudici faranno le opportune valutazioni” .

Paola Pellinghelli, rimasta solo in seguito alla morte del marito avvenuta nel 2014, condanna l’ipotesi che uno dei due assassini possa uscire con permessi-premio di lavoro anche se condannato all’ergastolo. “L‛assassino di mio figlio è stato condannato all‛ergastolo, ma l‛ergastolo vero lo sconteremo noi, perché mio figlio non mi verrà mai restituito” . Alessi non ha mai provato un pentimento, e chi sta scontando l‛ergastolo non è lui, ma lei, che oltretutto rischia di vedere uscire dal carcere l‛assassino di suo figlio di 18 mesi

la7 – tagada



   

 

 

1 Commento per “Un permesso-premio per il killer del piccolo Tommy”

  1. Inconcepibile:un assassino che uccide a badilate un bimbo di 18 mesi potrebbe avere l’incredibile agevolazione del lavoro esterno!
    Uno così doveva solo essere impiccato subito dopo aver confessato l’orrendo crimine.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -