Iraq, Baghdad: “sparito” materiale radioattivo a Bassora

 

Radioactive containerBassora, 18 feb. – Le autorità irachene sono alla ricerca di materiale radioattivo che è “scomparso” nel sud dell’Iraq più di tre mesi fa. L’annuncio è stata fatto oggi da un dipartimento ambientale della provincia di Bassora, principale città petrolifera nel sud del Paese.

Il 15 novembre scorso “la Weatherford, società americana di servizi petroliferi e di gas ha informato la Commissione ambiente della Provincia di Bassora della perdita di materiale radioattivo”, ha detto Khajak Ferweer, il capo del dipartimento di radiazione della Commissione aggiungendo che la ricerca del materiale è in corso.

L’esposizione al materiale mancante, che secondo il responsabile locale, è pari “al massimo a diversi grammi di Iridium-192, può causare, nel breve termine, ustioni mentre per un periodo più lungo il cancro”, ma che “non può essere usato per fabbricare un’arma”.

Tuttavia, anche se non può essere usato per fare una bomba a fissione nucleare, il materiale radioattivo può ancora essere diffuso nell’aria utilizzando esplosivi convenzionali in una cosiddetta “bomba sporca”. Ma, secondo Ferweer, la piccola quantità di Ir-192 mancante potrebbe non essere sufficiente per tale applicazione.

Il materiale sparito appartiene alla società turca SGS, ha fatto sapere Ferweer. Un alto funzionario della sicurezza locale ha detto che era parte di un dispositivo utilizzato per testare parti saldate di tubi che avevano avuto delle perdite.

“Anche se appartiene a una società turca che aveva un contratto con Weatherford, l’Ir-192 è sparito da uno dei magazzini della ditta statunitense lo scorso novembre”, ha detto Jabbar al-Saadi, un membro del comitato di sicurezza della provincia prima di aggiungere che il materiale “è stato considerato mancante e non rubato”.

Il sud dell’Iraq ospita il cuore dell’industria petrolifera del Paese, che fornisce la maggior parte dei fondi governativi: a bassora sono attive milizie sciite e bande criminali, a differenza dei jihadisti dello Stato Islamico (Isis) che sono presenti nel territorio a nord e nord-ovest di Baghdad.  (askanews)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -