“Sei da troppo tempo a casa”. Non guarito, ma costretto a tornare al lavoro

Riceviamo e pubblichiamo

Buon giorno. Mi chiamo Franco Manzoni , e mi rivolgo alla vostra spettabile redazione per esporvi la mia storia che posso ampiamente documentare.

Io sono un dipendente pubblico dell’ ospedale Ca’ foncello di Treviso , sono attualmente in infortunio , questo è il mio terzo infortunio sul lavoro nell’ arco di un anno , l’ ultimo avvenuto il 13 agosto 2015 è stato il più grave perché sono stato operato nell’ospedale in cui lavoro in data 25 agosto 2015 , ho iniziato un percorso riabilitativo ( tutto mie spese perché il SSN non passa le fisioterapie di cui necessito ” idrokinesi ” ). Martedì 9 febbraio 2016 ho effettuato una RMN sempre a mie spese e oggi ho la visità ortopedica. L’ esito della RIsonanza dice che la ferita interna dovuta all’ intervento è ancora in fase di stabilizzazione e il 17 febbraio il medico della sede Inail di Treviso ancora in data 14 gennaio mi disse che ero da troppo tempo a casa e che per il 1 Marzo 2016 lui intende che io riprenda servizio. Specifico che questo è stato il quinto intervento ( sempre tutti alla stessa gamba la SX dal luglio 2010 ad agosto 2015 2 interventi alle fasce muscolari , e 3 interventi al ginocchio ). Questo ultimo intervento è stato di ricostruzione dell’ inserzione ossea ove si inserisce e si annoda il tendine del quadricipite e una sutura tendine del quadricipite. Questo tendine mi venne già suturato il 13 maggio 2013 .

Io sto ancora effettuando la fisioterapia di cui ho bisogno per poter guarire , sono già invalido civile all’ 80%. Al medico dell’ Inail tutto ciò non interessa , e non gli interessa nemmeno la documentazione clinica sempre aggiornata che porto con me. Io vorrei sapere da voi se siete interessati e disposti a scrivere la mia vicenda. Sono in grado di esibirvi e farvi avere copia di tutta la documentazione clinica in mio possesso , e a farmi vedere in faccia pubblicamente data la veridicità della mia vicenda e a raccontarla pubblicamente!

Franco Manzoni



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -