Cella troppo piccola, risarcito detenuto

 

CARCERITARANTO, 5 FEB – Il giudice del tribunale civile di Lecce Viviana Mele ha condannato il ministero della Giustizia a risarcire il danno (1.800 euro) ad un ex detenuto di Taranto per violazione dell’articolo 3 della Convenzione europea dei Diritti dell’Uomo. Il riferimento è alle condizioni di vita carceraria per un periodo di 225 giorni (tra il 2011 e il 2012). Il ricorrente, difeso dall’avv. Rosario Orlando, era stato detenuto nel carcere di Bari.

Il tribunale precisa nella sentenza che “il cosiddetto spazio vitale a disposizione del soggetto è stato superiore ai tre metri quadrati solo per due giorni, quando nella cella vi era pure un altro detenuto, mentre lo stesso è stato inferiore ai tre metri quadrati in tutti gli altri periodi”. Si sottolinea che nel carcere di Bari “è prevista la permanenza all’aperto per circa quattro ore”, ma questo “non appare sufficiente a ritenere sussistente, a fronte delle residue 20 ore trascorse in cella, una libertà di movimento tale da costituire una compensazione sufficiente”. (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -