Nel 2015 sono fallite “solo” 14.416 aziende

 

negozi-chiusiCribis – Nel 2015 14.416 società hanno portato i libri in tribunale. È una cifra ancora elevata. Oltre il 50% in più rispetto al 2009 quando i fallimenti erano stati 9.383. Tuttavia, per la prima volta dal 2009 il trend si è invertito. Le imprese che hanno chiuso i battenti sono diminuite rispetto all’anno precedente. Nel 2014 erano state 15.605.

I dati mostrano finalmente alcuni spiragli di ripresa per le nostre imprese – commenta Marco Preti, amministratore delegato di Cribis D&B, società del gruppo Crif -. Abbiamo registrato a fine 2014 un record negativo di fallimenti mentre nel 2015 i numeri del nostro osservatorio ci fanno ben sperare…”.

A livello territoriale la Lombardia è la regione dove si registrano il maggior numero di chiusure. Nel corso del 2015 sono 3.015 le aziende che hanno portato i libri in tribunale in Lombardia, il 20,9% del totale. Nel Lazio sono state 1.621, in Veneto 1.348, in Campania 1.223. In fondo alla classifica, a conferma di quanto appena detto, le regioni più piccole: Aosta (17 fallimenti), Molise (61) e Basilicata (62). Tuttavia, confrontando i dati dei fallimenti di 2014 e 2015 (mille in meno nel 2015) con quelli del 2007, si scopre che sono cinque volte superiori. Oltre quattordicimila aziende fallite in un anno è un dato assolutamente drammatico.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -