Augusta: altro sfratto per ‘La casa dei randagi’. Appello, per comprare un terreno

 

cane-randagi-onlusL’associazione La casa dei randagi (onlus) che da 5 anni opera nel territorio augustano e che attualmente ospita una quindicina di cani randagi in attesa di adozione è oggetto dell’ennesimo sfratto e dovrà quindi restituire il terreno alla proprietà e trovarne un altro adeguato entro e non oltre il prossimo 15 febbraio. E’ già la quinta volta che La casa dei randagi Onlus deve ‘togliere le tende’ e oltre al dover affrontare le solite peripezie per trovare un altro luogo adatto deve considerare che non sempre le strutture e i materiali utilizzati per la costruzione del rifugio e la sistemazione per l’accoglienza dei cani sono riutilizzabili. Dunque, per ottimizzare le risorse, hanno deciso di fare un appello e chiedere un contributo economico di 5 euro a tutti quei cittadini di Augusta e di tutta Italia (l’associazione opera a livello nazionale riguardo alle adozioni), che hanno a cuore questo problema al fine di poter acquistare un terreno dove far sorgere un luogo confortevole per i loro ospiti. Insomma, vorrebbero evitare di continuare a vanificare i loro sforzi, sia fisici che mentali ed economici per l’ennesima volta e per questo si sono posti l’obiettivo di poter dare ai loro piccoli ospiti la possibilità una volta per tutte di un rifugio accogliente in un luogo definitivo, sicuro e consono alle loro esigenze.

Consapevoli delle proprie difficoltà economiche e che queste stesse difficoltà sono a casa di tanti, Enza Licciardello, presidente dell’associazione, al fine di ottemperare a questa nuova e complicata emergenza ha lanciato un accorato appello per chiedere aiuto al senso di civiltà, al buon senso, ma soprattutto alla sensibilità e alla generosità di tutti per ricevere un preziosissimo aiuto economico di 5 euro che vorranno farlo. Solo 5 euro, che moltiplicati per tante persone possono risolvere il problema che è bene ricordare, i cani ospitati sono dei randagi che fanno parte di quei tanti, troppi cani che grazie all’associazione non vagano più per le strade per cercare un boccone (magari non avvelenato) e che riunendosi in branco possono mettere a rischio l’incolumità dei passanti.

La Casa dei Randagi Onlus, confida in una risposta decisa, certa e sicura da parte di tutti, risposta, che gli consenta finalmente di acquisire un terreno per il rifugio che è già stato individuato e per il quale si sta procedendo all’acquisizione. Infine, è inutile dire che se qualcuno vuole adottare un simpatico e allegro cagnolino, lui per primo e per sempre, e poi loro, ve ne saranno davvero riconoscenti. Certi della vostra sensibilità e generosità, contano sul vostro aiuto. Sicuri di farcela anche questa volta anticipatamente a nome proprio e dei loro ospiti vi ringraziamo davvero di cuore.

Per chi vuole offrire un contributo questi sono i dati per le donazioni: Bonifico bancario a LA CASA DEI RANDAGI Onlus Iban: IT 25 L 03019 84620 000005430804. IBAN RSANIT BIC/SWIFT. Per chi è interessato, l’andamento delle donazioni viene rendicontato giornalmente sulla pagina dell’associazione a questo link: https://www.facebook.com/events/1559705254321541/



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -