Siria: bombardato sobborgo di Damasco, morto leader di Hezbollah

Samir-Quntar

Uno dei leader del gruppo islamico libanese Hezbollah, Samir Quntar, per 30 anni nelle prigioni isrealiane, è stato ucciso in un raid di Israele in Siria a Jaramana, lo ha annunciato la formazione sciita che combatte in favore del regime di Basjar al-Assad.

E’ stato colpito in un palazzo in una zona rsidenziale e nell’attacco ci sono state vittime civili    VIDEO

Le autorità israeliane si sono rallegrate della notizia senza, però, rivendicare ufficilmente il raid. Qantar era stato in prigione per 30 anni per aver ucciso ad appena 16 anni 4 israeliani, era stato liberato nel 2008 per uno scambio di prigionieri. Il fratello Bassam Qantar ha scritto su Twitter un saluto al “moujahid (combattente) che ha raggiunto la famiglia dei martiri”.

L’Osservatorio siriano per i diritti dell’uomo ha confermato la morte di Qantar, presentato come “capo della resistenza siriana per la liberazione del Golan”, in un sobborgo di Damasco. A settembre gli Stati Uniti avevano inserito Qantar nella lista dei “terroristi internazionali” per il suo “ruolo operativo nella creazione di una rete terroristica sul territorio del Golan”.(fonte Afp)


 

ImolaOggi.it è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait. Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

Fai una donazione con PayPal





   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -