Stupratore marocchino gira 11 carceri portandosi dietro il registratore?

 

Con i detenuti “ci vogliono il bastone e la carota”, un giorno di pugni e l’altro no per ottenere “ottimi risultati”. Un marocchino 40enne, Rachid Assarag, dice di aver registrato le dichiarazioni di alcuni agenti penitenziari e l’associazione “A buon diritto” ha deciso di renderle pubbliche. Come faccia un detenuto ad avere un registratore è un mistero!

L’uomo, che sta scontando una pena di 9 anni e 4 mesi di reclusione per violenze sessuali, ha denunciato di essere stato  picchiato e umiliato dagli addetti alla sua custodia.

“Brigadiere, perché non hai fermato il tuo collega che mi stava picchiando?”. “Fermarlo? Chi, a lui? No, io vengo e te ne do altre, ma siccome te le sta dando lui, non c’è bisogno che ti picchi anch’io”. La registrazione è nitida (registratore di ottima qualità), Rachid Assarag, chiede spiegazioni e la risposta del brigadiere è che “tanto il detenuto esce più delinquente di prima”, non perché “piglia gli schiaffi, ma perché proprio il carcere non funziona”.

Il detenuto marocchino ha registrato le conversazioni in tutti gli 11 penitenziari nei quali è stato e da anni fa esposti senza che nulla accada. Ora è in sciopero della fame e avrebbe perso 18 chili, ultimamente è stato nuovamente denunciato per aver insultato le guardie dopo aver bloccato le ruote della carrozzina in cui veniva trasportato.

E l’associazione “A buon diritto” denuncia: “Se Assarag dovesse morire in carcere, nessuno potrebbe dire che non si è trattato di una morte annunciata”.

 



   

 

 

2 Commenti per “Stupratore marocchino gira 11 carceri portandosi dietro il registratore?”

  1. Azz si lamenta che è stato picchiato e umiliato azz ma quanto ha umiliato per violenze sessuali gli andava bene non si è lamentato sto DxxxxxxxxxE di MxxxA, se i giudici lo hanno condannato a 9 anni e 4 mesi si vede proprio che l’ha fatto sporca un bel po, inoltre io l’avrei preso a calci e pugni dalla mattina alla sera sto IxxxxE.

  2. il registratore e una prova poveretto senza di quello non si avrebbe saputo mai niente e chi sa ancora quanti casi ci sono siete la vergogna delb paese

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -