Parigi, strage Bataclan: gli attentatori hanno sparato per primi ai disabili

 

Nella strage al locale notturno Bataclan di venerdi’ sera gli attentatori hanno cominciato a sparare puntando inizialmente a un gruppo di fan disabili della band Eagles of Death Metal: e’ l’inquietante racconto rilasciato al Daily Telegraph da Helen Wilson, americana, una delle sopravvissute alla strage, che ha appunto spiegato come i terroristi abbiano iniziato a scegliere le loro vittime in pochi secondi, eleggendo come primi obiettivi delle persone in sedia a rotelle. Intanto stanno emergendo diversi video girati con i telefonini che mostrano come il rumore degli spari abbia in un certo momento superato persino il suono degli amplificatori, che in quel momento erano al massimo. (AGI) .

parigi3interno del Bataclan dopo la strage – foto dailymail.co.uk

Il cadavere di un secondo attentatore di Parigi e’ stato identificato. Lo riferiscono fonti delle indagini. Finora era stato identificato solo il 29enne Omar Ismail Mostefai, delinquente macchiatosi di crimini comuni prima di convertirsi all’Islam radicale.
Non e’ chiaro se il cadavere sia di un francese o di un belga. Si tratterebbe, secondo le fonti, di uno dei tre fratelli, coinvolti negli attacchi e il cui corpo e’ stato trovato nella sala concerti del Bataclan un altro fratello e’ detenuto in Belgio mentre per l’ultimo la procura belga ha spiccato un mandato di cattura internazionale.

CACCIA ALL’OTTAVO UOMO – Nel frattempo le autorita’ del Belgio hanno emesso un mandato di arresto internazionale per un uomo sospettato di aver preso parte all’attacco terroristico di Parigi assieme a due dei suoi fratelli. Lo riferiscono fonti giudiziaria. Il sospettato abitava nel quartiere di Molenbeek a Bruxelles. Uno dei due fratelli e’ detenuto in Belgio, un altro e’ rimasto ucciso nel raid di Parigi.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -