Moglie 20enne frustata e segregata, arrestato 35enne marocchino

Modena – Frustata e violentata in casa. Trattata come una schiava. È la storia che viene da Serramazzoni (Modena), dove un immigrato ha abusato della moglie segregandola nella loro abitazione.

violenza

L’uomo, un 35enne marocchino, è un operaio clandestino che da poco ha ottenuto regolarizzazione. Lei, invece, ha solo 20 anni ed è stata obbligata a quel matrimonio dalla famiglia. Lei non avrebbe voluto sposare quell’orco che è diventato il suo aguzzino.

La storia di violenza è arrivata davanti al giudice dopo le indagini dei carabinieri, partite dopo una segnalazione della stessa ragazza che era riuscita a sfuggire alle grinfie del marito per qualche ora. L’obbligo di sposare una persona che non si ama in Italia non è più culturalmente ammesso. Ma la pratica sta tornando di moda grazie ai flussi migratori. Dal quel matrimionio è nato anche un bambino, che ora ha 2 anni. “Mio marito mi frusta, abusa di me, maltratta me e il mio bambino – ha raccontato agli inquirenti. In Tribanale, poi, racconta la Gazzetta di Modena, i giudici hanno potuto toccare con mano i segni delle frustate sul corpo della donna. Un cavo elettrico di 1cm di diametro è stato trovato nella casa dell’orco durante le perquisizioni.

L’uomo, peraltro, ha anche ammeso di aver usato quella frusta. Ma ha negato le violenze e la segregazione. L’uomo era stato allontanato da casa, ma poiché c’era stata flagranza di reato il giudice aveva sospeso la misura. Solo le nuove testimonianze e le nuove evidenze hanno convinto il giudice a metterlo agli arresti domiciliari, presso la casa di un amico. Ora dovrà difendersi dalle accuse di violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

Claudio Cartaldo per il Giornale



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -