Sanità, appalti informatici truccati a Torino: arrestato direttore lavori

 

Un altro arresto nell’ambito dell’indagine sugli appalti di prodotti informatici nel settore sanitario. Questa mattina la guardia di finanza di Torino ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare di sottoposizione agli arresti domiciliari per il reato di turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, nei confronti del direttore dei lavori e professionista di uno studio di ingegneria incaricato dall’Asl To1 dell’esecuzione dei lavori di progettazione e realizzazione di impianti audio presso il pronto soccorso di una nota struttura sanitaria.

In particolare il professionista è accusato di aver contribuito a condizionare le modalità di scelta del contraente con la pubblica amministrazione, grazie alla connivenza di imprenditori e di un dipendente dell’azienda sanitaria.

Il dipendente, all’epoca in cui era direttore dell’ufficio tecnico dell’ospedale San Luigi di Orbassano, era già stato accusato, in concorso con alcuni imprenditori, di aver fatto predisporre i capitolati tecnici e i computi metrici da allegare a un primo bando di gara, inerente al cablaggio e all’installazione di un impianto audio collegato a un sistema di evacuazione presso il costruendo pronto soccorso dell’ospedale San Luigi e poi, a un ulteriore bando di gara, relativo a analoga fornitura per l’intera struttura ospedaliera di Orbassano.

.torinotoday.it



   

 

 

1 Commento per “Sanità, appalti informatici truccati a Torino: arrestato direttore lavori”

  1. Urca ho non se ne salva uno, per trovare un politico o chi dirigono gli appalti onesti si fa prima a trovare le mosche bianche, che VXXI.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -