Moralisti sinistri, Bono vox: esperto di paradisi fiscali, 8 società off shore

1. BONO VOX, L’ESPERTO ROCK DI PARADISI FISCALI (8 SOCIETÀ OFF SHORE) CI FA LA MORALE
2. DALL’ALTO DEL SUO PATRIMONIO DA UN MILIARDO E MEZZO DI EURO, PARCO AUTO DA SCEICCO, TENORE DI VITA DA PASCIÀ (PAGÒ 1.700 $ PER UN BIGLIETTO AEREO DI PRIMA CLASSE INTESTATO AL SUO CAPPELLINO PORTAFORTUNA, CHE AVEVA DIMENTICATO A LONDRA) E LA SUA PASSIONE PER LA TURBO FINANZA, BONO E’ ‘’UN UOMO AVIDO DI DENARO, CHE LECCA IL CULO AI RICCHI E AI POTENTI E PORTA I SOLDI NELLE ANTILLE FRANCESI PER RIPARARSI DAL FISCO’’
3. È BONO SOLO A CANTARE? BALLE. A RACCONTARE FAVOLE È MOLTO PIÙ BRAVO. ‘’RENZI UNICO SANO DI MENTE’’ E ‘’MERKEL SIMBOLO MORALE’’, PERFETTO NO? CI MANCA CHE PARAGONI LA GERMANIA AL CLUB DELLE GIOVANI MARMOTTE E MARIO DRAGHI A MADRE TERESA DI CALCUTTA E POI LA SUA RIBELLIONE NEI CONFRONTI DEI POTERI FORTI SAREBBE DAVVERO COMPLETA

bono-vox-renzi
Mario Giordano per “Libero Quotidiano”

Ma com’è Bono lei. La rockstar, leader degli U2 e cantante della solidarietà planetaria, è tornata fra di noi per darci lezioni di morale. Se ne sentiva il bisogno, in effetti: avendo lui aperto otto società off shore alle Antille olandesi per eludere il fisco, è diventato un indiscutibile maestro di etica. Per questo è stato all’Expo, ha incontrato Renzi, ha rilasciato un’intervistona alla “Stampa”.

E così ha avuto modo di spiegarci con toni perentori come aiutare chi soffre, come lottare contro la povertà, come debellare la fame nel mondo e soprattutto come accogliere gli immigrati. Esattamente come fa lui: uno che è disposto a tutto per aiutare il prossimo.

A patto, s’intende, di non pagare le tasse. Dall’alto del suo patrimonio da quasi un miliardo e mezzo di euro, dimenticando per un attimo il suo parco auto da sceicco, il suo tenore di vita da pascià e la sua passione per la turbo finanza, Bono Vox ci suggerisce di «parlare di Africa non come un problema ma come un’opportunità». Tesi interessante, se proposta da lui: che stiano aprendo un paradiso fiscale anche in Costa d’Avorio?

Tasse del Gabon sono più basse di quelle delle Antille Olandesi? In attesa di una risposta, ci rimettiamo in ascolto del Verbo Bono: «L’Europa – dice il maestro – è un pensiero che deve diventare un sentimento». Bella frase: suona bene e non vuole dire una fava. Quelli dei Baci Perugina saprebbero far di meglio. Senza contare che di sentimenti l’Europa ne stimola già fin troppi. Ma è meglio non dire quali.

Per noi ci sentiamo di ringraziare la rockstar: ci mancavano proprio un po’ di banalità a buon mercato. Concorrenza sleale a Renzi? Davanti a numerosi esponenti del governo, dalla Boschi a Martina, Bono in effetti ha speso parole entusiastiche per il nostro premier: «Mi piace il suo italian ego», ha detto (beh, sì in effetti a ego fanno una bella gara). Poi ha aggiunto che Renzi «è stato l’unico sano di mente in un clima folle» (andiamo bene). Subito dopo però la rockstar ha eletto la Merkel a «nuovo simbolo morale».

Ecco: Renzi unico sano di mente e Merkel simbolo morale, perfetto no? Ci manca che paragoni la Germania al Club delle Giovani Marmotte e Mario Draghi a Madre Teresa di Calcutta e poi la sua ribellione nei confronti dei poteri forti sarebbe davvero completa. Proprio come vuole la leggenda della rockstar, disposta a tutto, come è noto, pur di schierarsi vicino ai deboli. Ma soprattutto lontano dall’erario.

Quest’ultima caratteristica, cioè l’idiosincrasia al fisco, gli ha dato però un’autorità morale indiscussa sul palcoscenico dell’Expo, dove il leader degli U2 ha voluto smentire chi dice che è Bono solo a cantare. Balle. A raccontare favole è molto più bravo. E infatti la sua lectio magistralis di etica arriva perfino a spiegarci come dobbiamo chiamare quelli che accogliamo a casa nostra. Immigrati ovviamente non va bene, migranti neppure, clandestini figuriamoci. A lui piace “profughi”. E quelli che profughi non sono? Li chiamiamo profughi lo stesso, perché a Bono piacecosì.E nessunolo contraddica, altrimenti lui se ne va alle Antille Olandesi, insieme alle sue società off shore.

E noi come potremmo vivere senza? Chi ha l’autorità di sostituire cotanto magistero? Sentirsi in paradiso (fiscale), evidentemente avvicina alla santità. E infatti Bono Vox non si è limitato a dare lezioni di etica a noi poveri mortali. Macché: ha spiegato persino le Scritture al Papa, dopo averlo definito “un poeta” (qualcuno gli ha detto che si chiama Francesco perché si è ispirato al Petrarca?). «Nelle Scritture ci sono oltre 2mila passi sui poveri», ha detto.

E poi ha aggiunto: «Gesù parla di giudizio universale non a proposito di comportamenti sessuali ma su come trattiamo i poveri». Infine ha rivelato al Pontefice e a noi tutti il vero senso del Giubileo della misericordia. Si tratta, ha declamato in modo definitivo, di «misericordia articolata in azioni». Azioni? Che si sia confuso con quelle di Wall Street? Non importa. Qualche imprecisione ci sta. D’altra parte Bono Vox, candidato al premio Nobel all’ipocrisia, l’altro giorno era davvero un fiume in piena: ha citato Nelson Mandela e Desmond Tutu, è saltato a piedi uniti sul piccolo bimbo morto in Turchia (definizione: «è Gesù»), ovviamente ha tirato in ballo la giovane Malala, che dà sempre un certo tono.

Poi quando gli hanno chiesto: «Ma tu la prenderesti una famiglia di profughi a casa tua?», è andato in apnea. «Ne stiamo parlando a casa… È complicato… Bisogna capire come farli entrare…». Ma come? Vuoi aprire le porte al mondo e non riesci a far entrare quattro profughi a casa tua? E pensare che i mezzi non gli mancano. Le leggende metropolitane sulla vita da nababbo della rockstar raccontano di quella volta che in un solo pomeriggio di shopping in via Montenapoleone spese 160mila euro. O di quell’altra che pagò 1.700 dollari per un biglietto aereo di prima classe intestato al suo cappellino portafortuna, che aveva dimenticato a Londra. Si capisce: quelli che si trasferiscono da un Paese all’altro devono viaggiare comodi. Almeno in questo Bono Vox è coerente. Chissà che presto non ci ordini di chiamare “profugo” anche il suo cappellino portafortuna.



   

 

 

1 Commento per “Moralisti sinistri, Bono vox: esperto di paradisi fiscali, 8 società off shore”

  1. Fenomeni da baraccone.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -