Marocchino danneggia auto con un tombino «Non ricordo, ho bevuto 15 litri di birra»

È saltato sui cofani di cinque automobili posteggiate a Calusco d’Adda e, non contento, ne ha anche colpite alcune con un tombino di ghisa preso dalla strada, rompendo diversi finestrini e ammaccando pesantemente le carrozzerie.

vetri

Scrive l‘ECO di BERGAMO, che scoperto dai proprietari, è finito in manette per danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale è finito H. Q., marocchino di 22 anni, residente a Calusco e, tra l’altro, con un precedente analogo. Un anno fa, infatti, era finito in manette dopo aver sfondato da ubriaco la vetrina di un supermercato sempre a Calusco. A dare l’allarme ai carabinieri del radiomobile di Zogno, nella tarda serata di martedì, sono stati alcuni proprietari di auto che, dalle loro abitazioni, hanno assistito impotenti alla devastazione delle vetture ad opera del giovane marocchino, completamente ubriaco.

Arrestato, mercoledì 26 agosto è stato processato per direttissima e si è difeso così: «Non ricordo nulla: alcuni miei amici mi hanno offerto da bere per tutto il pomeriggio e io ho bevuto 15 litri di birra». L’arresto è stato convalidato con obbligo di firma quotidiano, il processo aggiornato al 30 settembre per valutare un tentativo di risarcimento agli automobilisti.



   

 

 

1 Commento per “Marocchino danneggia auto con un tombino «Non ricordo, ho bevuto 15 litri di birra»”

  1. “Valutare un tentativo di risarcimento agli automobilisti”;AHAHAHAHAHAHHAHAHAH

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -