Traffico internazionale di stupefacenti, 8 africani arrestati a Torino

Otto persone di origine africana sono state arrestate dalla polizia di Torino per traffico di stupefacenti. L’indagine, avviata dopo la denuncia della madre di un tossicodipendente, ha portato alla scoperta di un grosso traffico di droga tra i paesi produttori centroamericani e l’Italia, attraverso l’Africa subsahariana.

Si è conclusa con otto arresti e altrettanti ordini di custodia cautelare nei Paesi d’origine l’operazione San Rocco contro il traffico internazionale di stupefacenti tra Sudamerica e Torino, con transito in Africa centrale. L’inchiesta, condotta dalla polizia del capoluogo piemontese e coordinata dal pm Paolo Scafi, ha portato negli ultimi due anni a 25 arresti e al sequestro di 56 chili di cocaina e sei di eroina. Si tratta in quasi tutti i casi di nigeriani e ghanesi che ingerivano ovuli.

Gli agenti hanno sequestrato carichi di droga confezionati in ovuli, inghiottiti e trasportati dai corrieri, altri nascosti in auto provenienti dalla Francia e altri ancora al seguito di marinai sbarcati da navi arrivate a Gioia Tauro da Panama. L’ordinanza di carcerazione ha interessato altre otto persone che ora si trovano in Africa. Per loro sono gia’ state avviate le relazioni internazionali per l’esecuzione dei provvedimenti.(AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -