Missione UE, governo di Tobruk dice no alla distruzione dei barconi

 

Via libera alla missione navale contro gli scafisti, ma la Libia si oppone

Partirà il mese prossimo la missione navale della Ue per distruggere le navi dei trafficanti responsabili dell’enorme afflusso di migranti che tentano di attraversare il Mediterraneo. Il via libera all’operazione militare – riporta Askanews – è venuto oggi dalla riunione dei Ministri degli Esteri e della Difesa dell’Unione europea, ma la decisione è stata subito criticata dal governo libico di Tobruk, quello legalmente riconosciuto dalla comunità internazionale.

La Ue è ancora in attesa di una risoluzione dell’Onu che consenta di distruggere le barche dei trafficanti in acque territoriali libiche.

Il capo della diplomazia europea Federica Mogherini ha precisato che sono stati approvati il “concetto di gestione della crisi” e “la decisione di stabilire l’operazione navale, che avrà il quartier generale a Roma e che sarà comandata dall’ammiraglio italiano Enrico Credendino”.

NO DELLA LIBIA – Il governo libico, tuttavia, non ci sta. “Ogni azione militare deve svolgersi con la collaborazione delle autorità libiche” ha detto all’Afp il portavoce dell’esecutivo che ha sede a Tobruk, Hatem el-Ouraybi. “L’opzione militare non è umana perchè si tratta di affrontare imbarcazioni che si trovano dentro o fuori acque libiche” ha aggiunto. I ministri di Esteri e difesa Ue, riuniti a Bruxelles, hanno autorizzato una missione senza precedenti, che prevede il dispiegamento di navi da guerra e aerei di sorveglianza delle forze armate dei Paesi europei al largo delle coste della Libia, divenuta l principale piattaforma del traffico di essere umani. “

today.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -