Vendita Alcatel a multinazionale americana, 800 posti di lavoro a rischio

 

L’annuncio di avvio della procedura di vendita è stato dato  al ministero dello Sviluppo Economico da Roberto Loiola, amministratore delegato di Alcatel Lucent Italia, azienda che si occupa della produzione di apparati per la trasmissione in fibra ottica. I posti di lavoro in ballo sono circa 800.

Come scrive il gazzettino , l’acquirente è la multinazionale americana Flextronics che allo stabilimento di Montedoro fornisce i componenti che vengono prodotti in una fabbrica in Romania. Inoltre, è stato annunciato che lo stesso prodotto realizzato a Trieste, finora in esclusiva, verrà fabbricato anche in uno stabilimento in Nord America.

Per questa mattina è previsto uno sciopero per reparti con presidio all’ingresso dello stabilimento. Attesi anche i segretari nazionali di Fim, Fiom e Uilm per il comparto delle telecomunicazioni.

Non si capisce di che cosa parla Padoan e con quale coraggio dice: “L’economia italiana puo’ crescere oltre le attese nel 2015″. Così ha sottolineato il ministro dell’Economia, a margine dell’incontro annuale della Banca europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo.
Penso che stiamo andando nella giusta direzione – ha detto Padoan – e ci aspettiamo una crescita piu’ forte nel corso dell’anno. I numeri sono migliori delle attese. Speriamo di avere una sorpresa al rialzo”.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -