India: atlete vittime di violenze tentano il suicidio collettivo

 

Dramma in un ostello indiano del Kerala che ospitava un gruppo di atlete: quattro giovani hanno tentato un suicidio collettivo per avvelenamento, accusando di essere state molestate da un allenatore. Una delle 15enni e’ morta e le altre tre sono ricoverate in gravi condizioni.

I gestori dell’ostello della Sports Authority of India (Sai) hanno smentito che le giovani siano state vittime di violenze, ma le famiglie hanno parlato di “torture”. Secondo quanto riferito da fonti locali al sito ZeeNews, le giovani non avrebbero sopportato di essere state umiliate pubblicamente dall’allenatore che le aveva sorprese ubriache. Per il suicidio le giovani avrebbero mangiato frutti di ‘Othalanga’, o Cerbera Odollam, conosciuto come “albero dei suicidi”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -