Avevano grossi problemi economici, due fratelli trovati morti in casa

I Fratelli Gallina trovati morti in casa a Mira

Hanno buttato giù la porta, dentro l’abitazione c’erano due cadaveri. È il macabro scenario che si è presentato davanti agli sguardi dei vigili del fuoco, chiamati la mattina di mercoledì in via Borromini a Mira per aprire quella porta a cui da troppo tempo non rispondeva nessuno. A fare intervenire i pompieri la polizia locale, messa in allarme dai vicini di casa che si erano lamentati dell’odore nauseabondo proveniente dall’appartamento.

Si tratterebbe dei due fratelli Gallina, di 41 e 44 anni, residenti nella zona di case popolari in uno degli alloggi Ater: da molte settimane non si avevano loro notizie, i cadaveri sono stati infatti ritrovati in avanzato stato di decomposizione. Alla base dei decessi probabilmente una difficile situazione economica, pare che i servizi sociali cittadini fossero in contatto con i due: sono comunque in corso accertamenti per tentare di ricostruire con esattezza i fatti. Nello stesso alloggio aveva abitato anche la madre, morta quattro anni fa.

veneziatoday.it



   

 

 

1 Commento per “Avevano grossi problemi economici, due fratelli trovati morti in casa”

  1. Non so cosa sia potuto succedere e come sia successo, ma l’unica cosa che leggendo l’articolo mi fa pensare che qualche cosa non torna, perché se i servizi sociali erano in contatto con i due fratelli può darsi che non si siano accorti di nulla datosi che i due erano morti da molte settimane e che tra cui mandavano cattivo odore? non è un’affermazione e solo una domanda.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -