Vaticano: mandiamo i migranti in Grecia e facciamole un sconto sul debito

La proposta è inedita e per certi versi sorprendente. Soprattutto se si considera che proviene dal Vaticano.

Margaret-Archer

 

La presidente della Pontificia accademia per le scienze sociali, Margaret Archer, ha suggerito di condonare parte del debito della Grecia “in termini di aiuto umanitario, facendole accogliere alcuni dei migranti che arrivano in Italia”.

L’alta rappresentante vaticana lo ha dichiarato nel corso di una conferenza sulla sessione plenaria del think tank della Santa Sede, «Human trafficking: Issues beyond criminalization» (traffico di esseri umani: oltre la penalizzazione) in corso da venerdì scorso a questa sera nella Casina Pio V in Vaticano. Come riporta Vatican Insider, la Archer ha avanzato diverse proposte per fronteggiare l’emergenza immigrazione.

Dalla Pontificia accademia per le scienze sociali bollano come “atroce” la mancata responsabilità condivisa per la questione dei rifugiati che arrivano in Italia nell’ambito dell’Unione Europea e definiscono “mostruosa e inumana” la proposta, ventilata da più parti, di un blocco navale per fermare IL BUSINESS le partenze dalla Libia. “Bloccare persone disperate che fuggono dalla fame lo definirei un crimine di guerra”, ha tuonato la Archer.

ESEMPIO DI PERSONE CHE FUGGONO DALLA FAME  Presunti profughi nell’hotel a 4 stelle: vogliamo pure internet e una palestra, NDR

La presidente della Pontificia accademia non ha poi esitato ad esprimere preoccupazione per la crescita di movimenti e partiti politici populisti fortemente critici verso l’immigrazione incontrollata e spesso tacciati di xenofobia, come il Front National di Marine Le Pen o Ukip di Nigel Farage. Gli immigrati, spiega la Archer, sono una risorsa e non un problema. Tuttavia, pur riconoscendo la necessità di ripartire gli immigrati equamente tra i vari Paesi europei, ha anche ricordato che “non tutti i paesi sono in condizioni economiche di contribuire allo stesso modo: penso alla situazione disastrosa di Romania, Bulgaria o dei paesi Baltici.”.  IL GIORNALE



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -