Copenaghen: spari a evento su Islam e libertà di parola, un morto e tre feriti

sparatoria-copenaghen

 

Tre agenti di polizia sono rimasti feriti e un civile è morto in una sparatoria in un locale di Copenaghen che ospitava un dibattito sulla libertà di parola. All’evento partecipavano l’ambasciatore francese Francois Zimeray e l’artista svedese Lars Vilks, noto per disegnare fumetti controversi del profeta Maometto.

I due assalitori sono ancora in libertà, secondo i media danesi. TV 2 riporta che i due parlavano danese, erano vestiti in abiti scuri e sono fuggiti dalla scena del crimine in una Volkswagen Polo scura. Almeno 30 i colpi sparati contro la vetrina del locale. Jesper Christensen Frimand  ha detto di aver cercato rifugio dietro il bar con un suo collega. Ha detto che gli uomini gridavano qualcosa in una lingua che non capiva

L’ambasciatore francese François Zimeray aveva appena finito di parlare alla manifestazione, quando la sparatoria e cominciata. Più tardi, ha confermato in un tweet che era illeso.

Era in corso un dibattito su come conciliare la liberta’ di espressione ed il rispetto della religioni, dopo la strage di Parigi del 7 gennaio scorso al settimanale satirico Charlie Hebdo, dove vennero massacrati da due qaedisti francesi di origini marocchine, 12 persone, tra cui il direttore e 3 vignettisti.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -