Rischio terrorismo, Salvini: bloccare Triton immediatamente

salvini2

 

Matteo Salvini, dopo l’allarme infiltrazioni lanciato dal ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, e chiede la sospensione della missione Ue Triton, Le dichiarazioni del titolare della Farnesina sono, secondo il leader della Lega, “gravissime” e “meritano immediate spiegazioni in Parlamento, il blocco di Triton e di ogni nuovo sbarco”.

A Londra, dove e’ per partecipare alla conferenza internazionale contro l’Isis, Gentiloni ha detto: “Ci sono di rischi di infiltrazione, anche notevoli, di terroristi dall’immigrazione. Per fortuna i nostri apparati di sicurezza sono allertati e funzionano, ma questo non ci consente di abbassare minimamente il grado di preoccupazione. Il rischio di infiltrazione legato all’immigrazione, ha aggiunto il titolare della Farnesina, e’ anche “per il richiamo dei simboli della cristianita” in Italia”.

Sul fronte del contrasto “per fortuna gli apparati di sicurezza funzionano”, ha detto Gentiloni incontrando i giornalisti, “ma questo non ci consente di abbassare la guardia”.

Il ministro ha anche chiesto che, dopo le stragi in Francia ci sia “il rilancio di un impegno” nella lotta agli jihadisti “anche da parte dei Paesi a maggioranza islamica, pure loro bersaglio del terrorismo”

“I flussi migratori dai Paesi dell’Adriatico e dall’Albania”, aveva detto “non sono stati risolti schierando le truppe, ma con strategie, accordi e cooperazione”. Gentiloni ha citato il caso della Tunisia, “Paese dal quale nel 2014 abbiamo avuto pochissimi arrivi”. “Li'”, ha ricordato, “c’e’ stata una ripresa dello Stato e ci sono stati accordi di cooperazione con l’Italia”. Diverso invece, secondo il ministro, per la complessa situazione interna, “il caso della Libia, Paese dal quale nel 2014 sono transitate e poi arrivate in Italia circa 140mila persone in 826 sbarchi”. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -