India: uomo cerca di seppellire viva la figlia di 9 anni. “Volevo un maschio”

 

Ha cercato di seppellire viva la figlia di 9 anni perché avrebbe voluto un maschio. A salvare la bambina è stato l’intervento di un vicino di casa che ha visto la scena e avvisato subito la polizia. “Le ha legato le mani e l’ha seppellita fino al collo” ha raccontato alle autorità il testimone grazie al quale, nello Stato nordorientale indiano di Tripura, il padre della piccola è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

Tutto ha avuto inizio venerdì nel villaggio di Putia, nel distretto di Sipahijala, dove Abul Hussain, scontento per aver avuto una femmina, ha messo in atto il suo folle piano: “Ha legato le mani della ragazza, le ha chiuso la bocca con il nastro adesivo – ha raccontato il vicino di casa – e l’ha seppellita fino al collo” dentro il pozzo nel cortile della sua abitazione.

La bambina è stata ricoverata in ospedale in gravi condizioni, ha riferito un ufficiale della polizia locale, secondo il quale i vicini hanno confermato che ad Abul Hussain non piaceva aver avuto una femmina. La madre della piccola non era in casa quando l’uomo ha cercato di seppellire la bambina. In India sono molte le famiglie che considerano le bambine solo un peso, un impegno gravoso, preferendo l’aborto o arrivando a discriminarle fortemente, negando loro l’accesso all’istruzione. adnkronos

india-bimbaa



   

 

 

1 Commento per “India: uomo cerca di seppellire viva la figlia di 9 anni. “Volevo un maschio””

  1. E questa è la nazione che tiene in ostaggio un nostro marò.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -