La Kyenge umilia Raineri: 150mila euro non bastano, giardiniere in casa mia

Un anno e tre mesi di reclusione più un maxi risarcimento da 150mila euro: una pena esemplare per Francesco Raineri, leghista e attuale vicepresidente del consiglio regionale dell’Emilia Romagna, che in un fotomontaggio raffigurò l’allora ministro dell’Integrazione, Cécile Kyenge, con le fattezze di un orango.

L’accusa è quella di diffamazione aggravata dalla discriminazione razziale. L’ex ministro, insomma, incasserà una bella “sommetta” a fronte di quell’offesa. Eppure non le basta.

kyenge

Già, perché intervistata a La Zanzara di Radio 24, la Kyenge spiega che la condanna “è un segnale importante”, ma forse sarebbe stato necessario anche “un periodo ai servizi sociali”. E dove, chiede il conduttore Giuseppe Cruciani? Kyenge, ridendosela, spiega: “Magari nel mio giardino. Ranieri potrebbe venire a fare i servizi sociali nel mio giardino, potrebbe curare le piante…”.  libero

Il leghista Alan Fabbri: “Non entro nel merito della sentenza perché non sono un giudice, credo la battaglia politica della Lega debba essere fatta sui contenuti e noto che il ministero di Kyenge era così utile che il Governo Renzi l’ha abolito e lei è stata spostata dall’Italia all’Europa. Ecco cosa ci ha lasciato: il nulla”.



   

 

 

1 Commento per “La Kyenge umilia Raineri: 150mila euro non bastano, giardiniere in casa mia”

  1. Un papà separato privato del figlio ha avuto 15000 euro di risarcimento e questa privilegiata qui 10 volte tanto per una vignetta. Ma vaffa

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -