Strage Parigi, Bagnasco: il mondo islamico prenda distanza netta

bagnasco

 

A seguito della strage avvenuta ieri a Parigi nella redazione del settimanale satirico Charlie Hebdo “il mondo faccia sentire la propria voce piu’ unita, a cominciare dal mondo islamico, quello moderato, quello vero, che crede veramente nel Dio dell’amore e della pace, perche’ prenda posizione di distanza assoluta e netta, senza confusione e senza dubbi, di fronte a questi episodi gravissimi”. Cosi’ il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei e arcivescovo di Genova.

Il porporato ha affermato che “non si puo’ mai fare violenza in nome di una religione” e ha definito la strage di ieri “un fatto gravissimo che deve far riflettere il mondo intero”. Per il cardinale Bagnasco, di fronte a questo attentato “tristissimo e doloroso” deve pero’ essere “assolutamente combattuto e superato il rischio di reagire in modo violento”.

“Questi attentati – ha poi aggiunto il presidente della Cei – esprimono una paura di essere perdenti di fronte alla storia” ma “la storia non si puo’ fermare” e “neppure l’Islam, come nessun altro, puo’ fermarla. Chi non fa i conti con la storia e’ preso dalla paura e puo’ diventare violento”. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -