Kiev non salda i conti, forniture di gas all’Europa sempre piu’ a rischio

gas20 mag. – Le forniture di gas all’Ucraina e quindi all’Europa sono sempre piu’ a rischio. Il premier Arseniy Yatsenyuk ha respinto la richiesta russa di pagare in anticipo le forniture di gas per il mese di giugno come preteso da Gazprom per continuare a rifornire Kiev, alla luce dell’ingente debito pregresso mai saldato. In una lettera inviata ai leader Ue, Yatsenyuk ha escluso che “il problema dei pagamenti anticipati possa far parte dell’agenda dei negoziati”.
Gazprom aveva avvertito la scorsa settimana che a partire delle 10 del mattino ora di Mosca del 3 giugno, avrebbe chiuso i rubinetti se Kiev non avesse saldato il debito pregresso stimato in 3,51 miliardi di dollari. Per il mese di giugno Mosca vuole 1,66 miliardi di dollari.

Kiev si rifiuta di saldare i conti e pagare le forniture in anticipo perche’ Gazprom ha unilateralmente piu’ che raddopiato il costo del gas dai 265 dollari per mille metri cubi a 485 dollari dopo la caduta a fine febbraio dell’ex presidente filo-russo, Viktor Yanukovich Il ministro dell’Energia russo aveva fatto venerdi’ una parziale concessione dicendosi pronto a negoziare un prezzo piu’ basso per consentire a Kiev di usare la prima tranche da 3,2 miliardi di dollari del prestito da 17 miliardi in due anni concesso dal Fondo Monetario Internazionale per coprire i 2,24 miliardi di dollari che doveva saldare alla data del 31 marzo. Ma kiev ha annunciato che preferisce studiare sistemi per rifornirsi da altri Paesi europei che potrebbero invertire il flusso dello stesso gas russo che attraversa l’Ucraina, sfruttando il gas ammassato negli stoccaggi.
Mentre la scadenza del 3 giugno si avvicina l’ultima chance per trovare una soluzione dovrebbe essere la nuova trilaterale Ue-Russia-Ucraina a livello di ministri dell’Energia in programma il prossimo 26 maggio. (AGI) .



   

 

 

1 Commento per “Kiev non salda i conti, forniture di gas all’Europa sempre piu’ a rischio”

  1. chi ha avuto mire sull’Ucraina, per non fare nomi: la Germania, paghi le bollette se no vada fuori dai coglioni, ha perso 3 guerre nel 20° secolo potra perderne un’altra nel 21°.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -