“Stop ad altri presunti profughi in Veneto o ci sarà rivolta popolare”

“STOP AD ALTRI PRESUNTI PROFUGHI IN VENETO: O SI FERMANO GLI SBARCHI DI CLANDESTINI O SI RISCHIA LA RIVOLTA POPOLARE”

profughi230 APR – “Il Veneto non è disposto ad accogliere altri presunti profughi in arrivo dal Nordafrica: le nostre città non sono più in grado di ricevere nessuno. Il Governo Renzi-Alfano blocchi subito l’operazione-suicida Mare Nostrum, che ha avuto il solo risultato di favorire l’immigrazione di massa e di spalancare le porte ai clandestini”.

Lo afferma l’europarlamentare leghista Mara Bizzotto, vice segretaria veneta della Lega Nord, in merito all’emergenza profughi e all’annunciato arrivo di un centinaio di clandestini in varie località del Veneto.

“Se nei prossimi mesi, come emerge dai dati del Viminale, è preventivato l’arrivo di altri 800mila clandestini, si rischierà una vera e propria rivolta popolare perché la nostra gente non ne può più di dividere spazi, risorse e servizi con immigrati dall’identità sconosciuta e che il più delle volte vanno ad ingrossare le fila della criminalità – continua l’eurodeputata Bizzotto – L’Europa e il Governo italiano sono gli unici veri responsabili dell’invasione che stiamo subendo: il falso buonismo e l’accoglienza a tutti i costi ci stanno portando al collasso”.

“L’unica ricetta per contrastare queste ondate d’immigrati, è quella adottata da tutti i Paesi seri in giro per il mondo: tolleranza zero, frontiere blindate e respingimenti dei barconi carichi di clandestini – conclude Mara Bizzotto – Il nostro Paese ha il pieno diritto, anzi il dovere, di difendere i propri confini e di non farsi invadere da centinaia di migliaia di clandestini: e se l’Europa ci vieta i respingimenti, noi dobbiamo fregarcene”.



   

 

 

2 Commenti per ““Stop ad altri presunti profughi in Veneto o ci sarà rivolta popolare””

  1. …incomincio ad amare la lega…

  2. a questo punto ci trasferiamo in africa,.non solo arrivano immigrati ma ci portano malattie estinte e non viene fatta una quarantena ,.lasciano al loro paese donne e banbini ad arrangiarsi, invece di difenderli.,poi quà fanno la bella vita più di noi,vengono aiutati in tutti sensi( a me non mi ha aiutato nessuno anzi)sono abituati per la maggior parte a raccontare tante bugie per impietosire ancora di più.salvo qualche caso raro. tutto sbagliato alla radice della questione da parte dei paesi ospitali…che creano disuguagianza e odio

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -