E la Marina ci riporta immigrati già espulsi. Arrestati

imms6 gennSpendiamo denaro per espellerli e poi per andare a riprenderli.

L’espulsione di alcuni anni fa non li ha fermati. Agenti della Squadra mobile di Siracusa hanno tratto in arresto due marocchini di 30 e 37 anni, giunti ad Augusta sabato con la nave militare San Marco insieme ad altri 820 migranti.

Sono accusati di illecito reingresso in territorio italiano, poichè destinatari di decreto di espulsione emesso dal prefetto di Firenze il 14 febbraio 2011 e dal prefetto di Como il 15 luglio 2008.

Uno di loro è anche destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere,emessa dal Tribunale di Prato per spaccio di sostanza stupefacente. I due stranieri sono stati condotti nella casa circondariale di Cavadonna. blogsicilia



   

 

 

2 Commenti per “E la Marina ci riporta immigrati già espulsi. Arrestati”

  1. Poveretti, i militari intendo come vuoi che facciano a discriminare, e comunque complimenti alle forze del’ordine per l’efficacia; a questo punto però proporrei una cura: RESPINGERLI TUTTI ! Sono pronto ascommettere che dopo alcuni mesi di totale respingimento la cosa prenderebbe un tono diverso; così come si tassano le case per decreto e lo si fà anche per decreto si respinge, e lo si fà!!

  2. E’ da tempo che dicevo che questi che vengono in Italia basta solo vederli inquadrati con la telecamera per 80×100 degli uomini si girano dall’altra parte e chi col cappello con visiera che le tirano giù per non farsi riconoscere, con tutto il rispetto per i non vedenti anche un non vedente li vedevano, aggiungo che più volte ho detto che queste persone vengono controllate all’arrivo? penso proprio di no ed sicuramente c’è ne sono in giro che avevano dei precedenti prima ed delinquono adesso. Grazie politicanti tanto non pagate voi ma fate pagare a noi cittadini! VE NE DOVETE ANDARE TUTTI!!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -