Torino: recite scolastiche di Natale cancellate per non offendere i musulmani

natale18 dic – Non organizzare le recite di Natale dei bambini per “offese” al mondo musulmano. Un fatto che viene portato alla luce dal consigliere Roberto Carbonero (Lega Nord): “Da alcune segnalazioni che abbiamo ricevuto – afferma Carbonero – sembrerebbe che in talune scuole di Torino, istituti dell’infanzia anche statali, da quest’anno, le classiche recite di Natale dei bambini non sarebbero state organizzate o lo sarebbero state ma edulcorate da ogni riferimento alla Natività e alla religione cattolica, per non urtare la sensibilità del numero sempre maggiore di islamici che le frequentano.

Si tratterebbe di una decisione presa dalle singole direzioni didattiche. Se ciò verrà confermato si tratterebbe di un fatto gravissimo, che non ha precedenti. Una decisione del tutto inaccettabile rispetto alla quale il Comune, rispetto alle scuole su cui ha competenza, dovrebbe prendere posizione”.

Il consigliere, che chiede “spiegazioni, chiarezza e un intervento dell’Amministrazione”, prosegue: “La città dell’inclusione fantasticata dalla sinistra non può diventare la città della discriminazione per i cattolici. Non è accettabile che in favore di un’immigrazione incontrollata a cui alcuni ritengono di dover essere proni, i nostri cittadini, i nostri figli, debbano rinunciare alle proprie tradizioni e alla propria cultura. Io non ci sto a un scuola che si debba vergognare della base cattolica della nostra società e della sua storia. Auspico che anche la Curia abbia qualcosa da dire su questa vicenda”.

“Nel rispetto di ognuno, infatti, ribadisco che chiunque arrivi da noi, nel nostro Paese, ha il primo dovere di rispettare le nostre tradizioni che non possono abdicare alle credenze di altri”.
torinotoday.it



   

 

 

5 Commenti per “Torino: recite scolastiche di Natale cancellate per non offendere i musulmani”

  1. Inconcepibile, inaudibile. La sinistra e tutti i buonisti stanno cancellando tutto della nostra Italia.
    I musulmani sono ospiti e non i legittimi. L’Italia è dei CRISTIANI, abbiamo la nostra tradizione che è quella di fare recitare i bimbi quando arriva Natale.
    Qui si sta facendo razzismo vero e proprio nei nostri confronti, per non fare torto a loro fanno torto ai nostri figli.
    VERGOGNOSO!!!

  2. Scusate, ma in Italia, la religione Cattolica non era religione di Stato? Non ci posso credere che esistono dei dementi tali da farsi sottomettere dai loro stessi incubi! Figli di un Dio minore!

  3. Ci sono degli europei che odiano il Cristianesimo e la Tradizione Europea, più degli stessi islamisti, cominciamo a fronteggiarli !

  4. torino,…chi e’ che c’e’ come sindaco a Torino?ummm quale fazione politica? be’ chi l’ha votato?icittadini mi pare,quindi ,cari “compagnotti”l’avete voluta voi questa cosa qui,mi spiace che ,come al solito,chi ne soffrira’ di piu’saranno i bambini,che verranno privati di questi ricordi di infanzia.

  5. Ma che cazzo fanno sti politici del c…,noi italiani ci stiamo sottomettendo a tutti questi musulmani che arrivano qui da noi , e vogliono che noi rinunciamo alle nostri tradizioni ed alla nostra civilta’ .Noi qui’ al sud ,che molti del nord ritengono arretrato,in un paesino della Puglia ce ne siamo fregati dei musulmani ed abbiamo fatto fare la recita ai nostri bimbi.Cerchero’ di mettere la recita su yutube per farla vedere a chiunque voglia,perche’ e’ stata meravigliosa.Continuiamo,continuiamo a farci mettere i piedi addosso da chiunque arrivi in Italia!!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -