Zapatero rivela: ecco come e perché i leader europei fecero fuori Berlusconi

Berlusconi-e-Zapatero

28 nov –  (il giornale) Vorremmo dire «clamoroso», ma non è così perché sapevamo da tempo, e lo abbiamo più volte scritto, che non solo in Italia ma anche dall’estero arrivavano pesanti pressioni per far fuori Silvio Berlusconi. L’ultima prova, che conferma la volontà di rovesciare un governo democraticamente eletto, la rivela l’ex premier spagnolo Luis Zapatero, che nel libro El dilema (Il dilemma), presentato martedì a Madrid, porta alla luce inediti retroscena sulla crisi che minacciò di spaccare l’Eurozona.

Il 3 e 4 novembre 2011 sono i giorni ad altissima tensione del vertice del G-20 a Cannes, sulla Costa Azzurra. Tutti gli occhi sono puntati su Italia e Spagna che, dopo la Grecia, sono diventate l’anello debole per la tenuta dell’euro. Il presidente americano Barack Obama e la cancelliera tedesca Angela Merkel mettono alle corde Berlusconi e Zapatero, cercando di imporre all’Italia e alla Spagna gli aiuti del Fondo monetario internazionale. I due premier resistono, consapevoli che il salvataggio da parte del Fmi avrebbe significato accettare condizioni capestro e cedere di fatto la sovranità a Bruxelles, com’era già accaduto con Grecia, Portogallo e Cipro. Ma la Germania con gli altri Paesi nordici, impauriti dagli attacchi speculativi dei mercati, considerano il vertice di Cannes decisivo e vogliono risultati a qualsiasi costo. Le pressioni sono altissime.

Zapatero descrive la cena del 3 novembre, con il tavolo «piccolo e rettangolare per favorire la vicinanza e un clima di fiducia». Ma l’atmosfera è esplosiva. «Nei corridoi si parlava di Mario Monti», rivela il premier spagnolo. Già, Monti. Che solo una settimana dopo sarà nominato senatore a vita da Napolitano e che il 12 novembre diventerà premier al posto di Berlusconi. Il piano era già congegnato, con il Quirinale pronto a soggiacere ai desiderata dei mercati e di Berlino.

La Merkel domanda a Zapatero se sia disponibile «a chiedere una linea di credito preventiva di 50 miliardi di euro al Fondo monetario internazionale, mentre altri 85 sarebbero andati all’Italia. La mia risposta fu diretta e chiara: “no”», scrive l’ex premier spagnolo. Allora i leader presenti concentrano le pressioni sul governo italiano perché chieda il salvataggio, sperando di arginare così la crisi dell’euro.

«C’era un ambiente estremamente critico verso il governo italiano», ricorda Zapatero, descrivendo la folle corsa dello spread e l’impossibilità da parte del nostro Paese di finanziare il debito con tassi che sfiorano il 6,5 per cento. Insomma, i leader del G-20 sono terrorizzati dai mercati e temono che il contagio possa estendersi a Paesi europei come la Francia se non prendono il toro per le corna. Il toro in questo caso è l’Italia.

«Momenti di tensione, seri rimproveri, invocazioni storiche, perfino invettive sul ruolo degli alleati dopo la seconda guerra mondiale…», caratterizzano il vertice. «Davanti a questo attacco – racconta l’ex leader socialista spagnolo – ricordo la strenua difesa, un catenaccio in piena regola» di Berlusconi e del ministro dell’Economia Giulio Tremonti.

«Entrambi allontanano il pallone dall’area, con gli argomenti più tecnici Tremonti o con le invocazioni più domestiche di Berlusconi», che sottolinea la capacità di risparmio degli italiani. «Mi è rimasta impressa una frase che Tremonti ripeteva: conosco modi migliori di suicidio». Alla fine si raggiunge un compromesso, con Berlusconi che accetta la supervisione del Fmi ma non il salvataggio. Ma tutto ciò costerà caro al Cavaliere. «È un fatto – sostiene Zapatero – che da lì a poco ebbe effetti importantissimi sull’esecutivo italiano, con le dimissioni di Berlusconi, dopo l’approvazione della Finanziaria con le misure di austerità richieste dall’Unione europea, e il successivo incarico al nuovo governo tecnico guidato da Mario Monti». Un governo, ora sappiamo con certezza, eletto da leader stranieri nei corridoi di Cannes e non dalla volontà popolare degli italiani.



   

 

 

23 Commenti per “Zapatero rivela: ecco come e perché i leader europei fecero fuori Berlusconi”

  1. Credo sia doveroso che queste informazioni siano pubblicate anche dai media Italiani e non solo Imolaoggi, i cittadini tutti devono sapere la verità
    e comunque la vergogna dovrebbe imperare. Loris

  2. Be questa cosa non è affatto nuova, certo avvalorata da un rappresentante illustre come Zapatero da valenza a quanto già capito da che ha un po di cervello ed ha seguito gli eventi degli ultimi tre anni di politica nostrana.

    • Il problema è che chi ha seguito tre anni di politica nostrana ed ha un po’ di cervello è solo (forse) il 5% di coloro che votano. . 🙁

    • purtroppo gli italiani a livello politico nel mondo non sono credibili,come si può criticare la Germania che sa fare sacrifici, e poi deve rischiare x degli incapaci? Non dimenticate che i ns politici sono lo specchio del paese,ovviamente ciò non toglie che la Germania approfitta della sua posizione.Solo di una cosa mi rammarico, che ancora chi ci governa non a capito CHE L’ITALIA E’ IL PAESE + BELLO DEL MONDO, X LA STORIA , X LE RICCHEZZE A CIELO APERTO, X IL MANGIARE, X IL CLIMA, E X LA POSIZIONE STRATEGICA GEOGRAFICA, NON SANNO SFRUTTARE A FONDO TUTTO QUESTO,

      • lo hanno capito…chi Governa l’europa lo ha capito bene…..ecco perchè ci vogliono cacciare dal nostro paese e se lo vogliono copmprare in saldo!!! E noi abbiamo crocifisso l’unico che , con tutti i suoi difetti, combatteva contro questa orrenda sopraffazione!!!

  3. MI sembra anche banale ma lo dico lo stesso.
    Ma se tutto questo risponde a verita’ Barzisconi ha bisogno delle nostre timide vocine che intervenissero in sua difesa?
    Quattro tv di portata Nazionale e i maggiori quotidiani e settimanali non gli bastano?

  4. Vuoi vedere che se avessimo avuto le carte in regola, ammesso che sia vero, non saremmo stati trattati come chi non rispetta i patti? Immagino la soddisfazione dei popoli del Nord Europa a leggere le notizie quotidiane sui furti della nostra indecente classe politica che non solo ha impoverito noi italiani ma pretende di farlo anche ai cittadini europri. Certo parlo per l’Italia e la nostra scellerata classe politica. ……..questa si ha ordito un complotto verso di noi lasciandoci in mutande e con le pezze ai pantaloni

  5. Ho sempre stimato Berlusconi e Tremonti! Non avevo dubbi, anche se siamo tenuti in clima di oscurantismo… Confermo la mia stima a questi veri Uomini. Conservo questo articolo, grazie!

  6. E mica c’era bisogno di Zapatero per “rivelare” che Mario Monti non è stato eletto dagli Italiani!!!

  7. Che l’Italia fosse stata messa ” in mezzo ” da Francia e Germania per salvarsi il proprio lato B, io l’ho sempre predicato,pochi mi hanno creduto per questo sono contento che la prova l’abbia data Zapatero che non è l’ultimo arrivato.
    Vedrete che presto toccherà a qualche altro paese, io dico che sarà
    la Francia.

  8. Rinoexkoumunista

    Diffondiamo a piu non posso,la lotta al sistema rosso e ipocriti va fatto nelle loro stanze svegliando la gente cosi’ come ho fatto io e tanti miei ex compagni,diffondiamoooooo

    • Sono d’accordo con te collega, ed aggiungo che quello che ci voleva salvare dalle grinfie della Germania e dalla Francia cioè Berlusconi si prende tutte le colpe magari qualche colpa l’avrà anche lui, ma se non erro Berlusconi pare che avesse già iniziato a vederci bene da imprenditore che è quindi è stato costretto a dare le dimissioni invece il Monti è stato messo al suo posto dal N……… e dal PD che ci hanno svenduti come carne da bassa macelleria, inoltre vedendo Mercoledì la trasmissione la Gabbia con il Giornalista Paragone penso che se non vado errato chi ne sa qualche cosa di economia e di come sono andate le cose pare che sia il Sig. Barnad, Signori per il bene del Paese non votate PD.

  9. Permetti di far FUORI chi ha gli scheletri nell’armadio. La maggioranza è la FORZA e quindi il POTERE. Se Berlusconi avesse donato ai VERI BISOGNIOSI titti i milioni che ha B U T T A TO per………………………………………
    Non sarebbe stato mai a questo punto, La MAGGIORANZA lo avrebbe AMATO

  10. queste sono cose che sapevamo gia’, basta parlare di passato, bisogna subito prendere a bastonate TUTTI i politici
    e USCIRE dall EURO

  11. Ci vogliono ridurre come schiavetti in balia del padrone di turno(O lo siamo gia?) E cito un vecchio videogame che ritrae un po’ la popolazione del futuro:ABE

  12. TANTO SI SAPEVA E SI SA TUTT’OGGI CHE SOLO IN QUELLA MANIERA OLTRE LA MAGISTRATURA – TUTTI INSIEME VOGLIONO FARLO FUORI – BISOGNA RIBELLARSI

  13. La storia ricorderà certamente tanti errori commessi da Berlusconi, portati continuamente in evidelza dalle trasmissioni televisive settimanali, ma gli episodi come questi, e ne verranno a galla tanti, riveleranno che per lo meno quest’uomo lavorava in buona fede a favore dell’Italia.

  14. tutto cio scritto in questo articolo era fin troppo chiaro,è questo è confermato appunto dalla nomina di Monti a senatore a vita.Doveva proprio essere questa mossa a mettere nella testa degli italiani proprio questo quesito.Era evidente che berlusconi si era messo da traverso allo strapotere del FMI e per questo fatto fuori con la complicita della magistatura italiana,che di italiano ha ben poco,per concludere onore a berlusconi per avere cercato di non vendere il paese al PEGGIOR OFFERENTE.

  15. Detto da Zapatero a cui Berlusconi non è mai stato simpatico.

  16. Avete avallato la CROCIFISSIONE di Berlusconi e continuate a volerlo affossare! E’ stato l’unico che ha fatto qualcosa di serio per l’ITALIA ma non vi e’ stato bene perche siete dei lecchini di questi approfittatori che ci stanno riducendo alla fame. Quando non avrete piu’ niente allora forse lo rimpiangerete. Ne sono contento! Io ho preferito andarmene all’estero per poter dare un futuro migliore alla mia famiglia. So di non aver fatto la scelta giusta, dal punto di vista della patria, ma se non ci penso io ai miei chi ci pensa? Quei quattro pelandroni e buffoni che avete mandato al Governo? Statene certi, che una volta svenduto il paese e ridotto alla fame gli Italiani, solo loro vivranno bene! Dixit

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -