Il buco nel bilancio Inps colpa di Prodi, Padoa-Schioppa e Cesare Damiano

prodi-padoa-schioppa

16 nov – Il disavanzo di gestione dell’ex Inpdap, che ora pesa sul bilancio Inps con una forza capace di azzerarne il patrimonio netto nel giro di un paio d’anni, non dipende solo dal blocco del turn over nella Pa degli ultimi anni. All’origine c’è una scelta fatta nel 2007 dal Governo Prodi, quando ministro dell’Economia era Tommaso Padoa-Schioppa e Cesare Damiano ministro del Lavoro.

A ricordare quel passaggio è Giuliano Cazzola, responsabile Welfare di Scelta civica con un lungo trascorso negli enti previdenziali, visto che è stato membro del collegio dei sindaci Inpdap tra il 1994 e il 2002 e del collegio dei sindaci Inps dal 2002 al 2007. «Tutto nasce con una norma maligna del 2007 che ha trasformato in anticipazioni di Tesoreria, e quindi in debiti dell’ente verso lo Stato, gli iniziali trasferimenti (e quindi crediti dell’Inpdap verso lo Stato) stanziati dalla legge Dini del 1995 a copertura dello stock delle pensioni degli statali, quando venne istituita la loro Cassa».

Quando Mastrapasqua ha dichiarato che il bilancio dell’Inps non è come quello che appare dall’esterno, non voleva dire che è peggiore, ma che il suo disavanzo dipende dalla fusione con l’Inpdap, il quale si è portato appresso la fregatura che ha ricevuto dallo Stato (e dall’ultimo governo di centro-sinistra). E non servirebbe – unicamente da questo punto di vista – ripensare l’unificazione perché comunque il “buco” resterebbe nel bilancio dell’Inpdap che è pur sempre un ente previdenziale che eroga pensioni, i cui oneri vanno nel conto “spesa pensionistica” del Paese.



   

 

 

3 Commenti per “Il buco nel bilancio Inps colpa di Prodi, Padoa-Schioppa e Cesare Damiano”

  1. Già un bastardo è schiattato…anzi Schioppato….vediamo quando il buon Dio Misericordioso fa schiattare pure questi altri due bastardi…specialmente Mister Mortadella felsinea….lui e tutti quei bastardi che stanno rovinando totalmente l’Italia….

  2. speriamo che schiattano tutti questi bastardi,a prodi quel mortadellone non è bastatofar fallire l’Iri ora fa fallire anche le nostre pensioni,signori italiani quando ci togliamo dai coglioni questa gentaglia e gli sequestrano tutto quello che hanjo rubato fino ad oggi e che continuano a rubare.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -