Conti pubblici, UE: dati forniti dall’Italia non coincidono, il debito salirà

Il presidente del Consiglio Enrico Letta chiede la fiducia al Senato

5 nov – Non coincidono con i dati forniti oggi da Bruxelles le previsioni in tema di deficit e debito fatte dal governo italiano per il 2014 e il 2015. Nella nota di variazione di settembre al Documento di economia e finanza il Mef prevedeva per il prossimo anno un rapporto debito-Pil al 133,2%, che sarebbe poi tornato a scendere al 130,5% nel 2015.

La Commissione europea, invece, con le stime pubblicate oggi, prevede per il nostro Paese un nuovo record del debito pubblico italiano che dovrebbe toccare quota 134% nel 2014. Anche per il 2015 i dati sono discordanti: Bruxelles parla del 133,1%, quasi tre punti percentuali in piu’ rispetto alle previsioni del governo.

I nostri governanti sono soprattutto incompetenti o soprattutto bugiardi?

Non coincidono nemmeno le previsioni per il rapporto deficit/Pil: la nota di variazione al Def stima un 2,5% per il 2014 contro il 2,7% della Commissione europea. Per il tesoro si dovrebbe poi arrivare allo 0,1% nel 2017, operazione che difficilmente riesce a coincidere con i dati di Bruxelles, dove e’ stato invece previsto per il 2015 che il rapporto deficit Pil si attestera’ al 2,5%. Nessuno scostamento invece tra i dati sulla disoccupazione: salira’ al 12,4% nel 2014.



   

 

 

1 Commento per “Conti pubblici, UE: dati forniti dall’Italia non coincidono, il debito salirà”

  1. Continuate cosi’…dai coraggio, che poi si vince un bel premio:
    Letta nel Sacco_manni.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -