Germania: i divorziati potranno risposarsi in chiesa

papamerk

7 ott – L’aria nuova che si respira nella Chiesa Cattolica dopo l’elezione di Francesco spiega alcune “fughe in avanti” di chiese locali, che anticipano probabilmente quello che sara’ poi l’orientamento generale. Cosi’, proprio mentre il nuovo Papa e’ impegnato in un tour de force sulle riforme, iniziato il primo ottobre con la riunione del Consiglio degli otto cardinali e che prosegue in questi giorni con la sua partecipazione diretta ai lavori del Consiglio della segreteria del Sinodo, il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, e’ costretto a gettare acqua sul fuoco dell’iniziativa della diocesi di Friburgo di “aprire” in maniera esplicita ai divorziati risposati.

“Non cambia nulla, non c’e’ nessuna novita'”, il documento, infatti, “proviene da un ufficio pastorale locale e non investe la responsabilita’ vescovo”, che per inciso e’ monsignor Robert Zoellisch, ora in uscita per raggiunti limiti d’eta’ ma ancora alla guida della Conferenza Episcopale tedesca fino al marzo 2014. E’ interessante notare pero’ che al Consiglio dei cardinali cosi’ come a quello della segreteria del Sinodo il tema dei divorziati risposati e’ stato evocato piu’ volte, perche’ la prossima assemblea generale del Sinodo se ne dovra’ occupare per esplicita richiesta di Francesco.

E a Friburgo 120 sacerdoti avevano firmato l’anno scorso un documento che rendeva pubblico il loro dissenso dalla chiusura ancora vigente in tema di comunione ai divorziati risposati: “Nella nostra attivita’ pastorale – si legge nel testo dei preti di Friburgo – nei confronti dei divorziati risposati, ci lasciamo guidare dalla misericordia”, scrivono citando il principio salus animarum suprema lex (la salvezza delle anime e’ la legge suprema): nelle nostre comunita’ i divorziati risposati fanno la comunione e ricevono i sacramenti della riconciliazione e dell’unzione degli infermi, con la nostra approvazione”. In tal modo, continua il documento, “teniamo conto della decisione in coscienza delle persone coinvolte e della situazione di vita reale che ne consegue”.
In occasione del suo viaggio in Germania dello scorso settembre, la questione era stata sollevata di fronte a Papa Benedetto XVI direttamente dall’allora presidente federale Christian Wulff, lui stesso divorziato. L’allora Pontefice, durante l’Incontro mondiale delle famiglie del maggio 2012 a Milano, ha ammesso che la situazione dei divorziati risposati e’ “una delle grandi sofferenze della Chiesa di oggi”. agi

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -