Lo yacht ormeggiato in Tunisia non sarebbe del figlio di Bossi

bossi8 MAG – ”Quello yacht e’ mio, non e’ di Riccardo Bossi”. E’ quanto avrebbe detto  Stefano Alessandri – amico del figlio del Senatur – sentito stamani in Procura a Milano dagli investigatori della Gdf a proposito di quell’imbarcazione del valore di 2,5 milioni di euro, ormeggiata in Tunisia, di cui si parla nell’ordinanza d’arresto per l’ex tesoriere della Lega, Francesco Belsito, finito in carcere nei giorni scorsi per associazione per delinquere.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -