Tunisino tenta di violentare un’amica, la salva il fidanzato

violentata125 mar. – Un bracciante agricolo tunisino di 30 anni, residente a Santa Croce Camerina, e’ stato arrestato dai carabinieri per violenza sessuale. A denunciarlo la vittima, un’amica, trovata in casa dell’aggressore. Secondo quanto ricostruito dai militari, la donna, il fidanzato e il loro amico tunisino, avevano deciso di incontrarsi in un locale a Scoglitti. La serata trascorre serena.

I tre si conoscono molto bene da qualche anno. Scherzano, bevono, parlano della loro terra lontana. E’ gia’ notte. Il tunisino forse ha gia’ in mente il suo piano ed invita la coppia a trascorrere la notte a casa sua. I due fidanzati lo seguono presso la sua abitazione a Santa Croce Camerina. Poi convince il fidanzato a seguirlo in paese mentre la donna stanca va a dormire.

Raggiunto il centro storico, con un pretesto fa in modo di lasciare a piedi il suo connazionale, per poi raggiungere con la sua vettura la sua abitazione dove immobilizza la vittima per i capelli e comincia a denudarla e palpeggiarla. La malcapitata riesce a divincolarsi e graffia al viso e al collo il suo aggressore che finalmente la lascia. Nel frattempo arriva il fidanzato e vengono allertati i carabinieri che arrestano il balordo. agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -