Corte UE assolve l’Italia. Carlo Giuliani non è un eroe

giuliani24 mar – La Corte europea dei diritti umani di Strasburgo, con sentenza definitiva, ha assolto oggi l’Italia dalle accuse di aver responsabilita’ nella morte di Carlo Giuliani avvenuta durante gli scontro tra manifestanti e forze dell’ordine nel corso del G8 di Genova. La decisione e’ stata presa a maggioranza dai giudici della Grande Camera.

Con tredici voti a favore e quattro contrari i giudici della Grande Camera hanno stabilito la piena assoluzione di Mario Placanica, il carabiniere che sparo’ a Carlo Giuliani in piazza Alimonda, confermando cosi’ la sentenza di primo grado emessa il 25 agosto 2009. La Grande Camera ha assolto l’Italia dall’accusa di non aver condotto un’inchiesta sufficientemente approfondita sulla morte di Giuliani. In questo caso la Corte si e’ espressa con 10 voti a favore e 7 contrari. La stessa maggioranza si e’ pronunciata anche per l’assoluzione dell’Italia dall’accusa di non aver organizzato e pianificato in modo adeguato le operazioni di polizia durante il summit del G8 a Genova.

PDL LIGURE: E’ STATA FATTA CHIAREZZA. non esistono responsabilità governative ed istituzionali per la morte di Giuliani, colpito mentre stava assaltando un mezzo dei carabinieri e neppure nella gestione delle forze dell’ordine al fine di fronteggiare un’ondata di violenze di piazza senza precedenti come quella verificatasi durante il G8 genovese”. “La Corte di Strasburgo, al pari dei genovesi, ha individuato con chiarezza chi erano gli aggressori e cioé i gruppi violenti dell’ultrasinistra che misero letteralmente a ferro e fuoco Genova e chi, invece, gli aggrediti e cioé gli agenti delle forze dell’ordine”. “Adesso che anche in sede europea è stata fatta chiarezza – concludono Scandroglio e Plinio – ci auguriamo che venga definitivamente posta la parola fine a questa vicenda”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -