Dramma della disperazione: oppresso da equitalia, imprenditore suicida a Cagliari

27 mag – Ancora un dramma della disperazione a Cagliari, dove ieri sera intorno alle 22.30 si è suicidato un noto imprenditore “oppresso dai debiti con le banche e con Equitalia“. Lo riferisce il quotidiano L’Unione Sarda.

L’uomo, E.G., 73enne, titolare di una nota impresa commerciale edile, ha dapprima tentato di togliersi la vita aprendo il gas della cucina, ma attratto dall’odore, il fratello è riuscito a salvarlo aprendo le finestre dell’appartamento e chiudendo il rubinetto del gas. L’uomo però è andato in un’altra stanza e si è sparato un colpo alla testa.

Nel corso delle prime ore del’alba di ieri, sempre a Cagliari, un pizzaiolo, anch’egli oppresso dai debiti aveva tentato il suicidio ferendosi gli avambracci con un coltello da cucina. Aveva avvisato la sorella, che prontamente ha chiamato i carabinieri, che insieme ai vigili del fuoco, hanno salvato l’uomo. adnk



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -