Lusi: pagavo i politici ma sulla parola, di scritto non c’è nulla

10 mar. – L’ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi torna ad assicurare di aver finanziato molti big dei partiti con i soldi che mancano dai bilanci su cui la magistratura sta indagando, sottolineando però che di questi versamenti prova scritta non verrà mai alla luce perchè ripartizione e versamenti erano frutti di un “accordo verbale” e che quindi, formalmente, di quei pagamenti solo lui è e risulterà responsabile, indipendentemente dai singoli beneficiari.

Motivo per cui, “sono stretto in una cinghia asfissiante. Stanno lavorando per massacrarmi ha detto Lusi in un colloquio con il vicedirettore di Libero Franco Bechis, da lui registrato anche se non destinato alla pubblicazione avvenuto lunedì scorso e che invece oggi è in prima pagina sul quotidiano diretto da Maurizio Belpietro – così se un giorno impazzissi qualunque cosa io voglia o possa dire sarà priva di fondamento”.

Di scritto – ha risposto il senatore espulso dal Pd a Bechis che gli ha chiesto prove dei pagamenti ai politici della ex Margherita, siano oggi esponenti di Api, Pd o altri partiti- non c’è niente: niente di niente. Non c’è una autorizzazione a spendere mille lire, migliaia di euro o milioni. In un partito che non ha una linea di comando formale è così che funziona: le indicazioni sono verbali, non arriva un ordine scritto in cui l’organo x o y ha deciso questo. Per cui quando io dico che mi assumo la responsabilità per tutti è un fatto, non un’opinione o una botta di vita. E non è polemica. Chi ha autorizzato i pagamenti? Io. In re ipsa sono il responsabile”.

Da qui la decisione di Lusi di non difendersi mai pubblicamente a mezzo stampa ma solo in sede giudiziaria. “Ho scelto il silenzio sulla mia vicenda giudiziaria perchè qualunque cosa io dica in questo momento verrebbe usata contro di me, pure se vera. E’ una scelta personale e politica. Non c’è nessun patto con i magistrati”. D’altra parte, in assenza di riscontri scritti, “non posso dimostrare nulla – ha ripetuto Lusi – perchè tutti mi smentirebbero”.
tmnews



   

 

 

1 Commento per “Lusi: pagavo i politici ma sulla parola, di scritto non c’è nulla”

  1. il solito sistema ben collaudato …. mangia tu che mangio io , tutti d’accordo e chi viene scoperto non deve parlare , viene buttato fuori ed isolato … almeno ufficialmente … aumm …aumm …!!!

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -