Sindaco di Fallo si accascia in Comune e muore a 55 anni

Malore, Alfredo Salerno, 55 anni, sindaco di Fallo

FALLO. E’ morto ieri in Comune Alfredo Salerno, 55 anni, sindaco di Fallo. Si trovava nel suo ufficio, in municipio, quando è stato colto da un malore improvviso che non gli ha lasciato scampo. Vani i tentativi di rianimarlo. Da quanto si è appreso Salerno, intorno alle 17, ha accusato un forte malore e si è accasciato sulla sua scrivania. Una dipendente che aveva sentito dei lamenti è subito accorsa e l’ha trovato esanime.

Sindaco di Fallo stroncato da infarto fulminante

Allertato il 118, i sanitari hanno provato lungamente a rianimarlo, senza esito. I presenti hanno subito chiamato il 118. Ma purtroppo all’arrivo dei soccorsi non c’era già più nulla da fare. Il sindaco Alfredo Salerno, geometra, al suo secondo mandato, è stato stroncato da un infarto fulminante. Lascia la moglie, Carla Marchetti.

Salerno era stato eletto il 10 giugno 2018 con la lista civica Fallo in Movimento. La salma del sindaco è stata portata all’ospedale di Chieti per l’esame cadaverico esterno disposto dalla procura di Lanciano. Sul posto sono giunti i carabinieri della compagnia di Lanciano, coordinati dal tenente colonnello Vincenzo Orlando, e gli uomini della stazione di Quadri. https://www.ilcentro.it

Condividi