No Green Pass Trieste, sindaco Di Piazza: “Servono leggi speciali come con le Br”

odio di Piaszza

No Green Pass, Di Piazza: ”Servono leggi speciali come con le Br”. Cambiano le regole per i cortei del sabato – si legge sul Corriere della Sera – non potranno più esserci manifestazioni che attraversano i centri storici e le strade dello shopping, i manifestanti dovranno stare lontano dagli obiettivi sensibili e — a meno che non ci siano particolari esigenze e garanzie — potranno organizzare soltanto sit-in.

Dopo il successo del dispositivo per la sicurezza del G20 di Roma che prevedeva proprio queste limitazioni, la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese detta la linea a prefetti e questori.

In vista del Natale – prosegue il Corriere – e tenendo conto della risalita della curva epidemiologica, è arrivata la stretta del Viminale. Disposizioni più rigide che prevedono la possibilità di imporre ai manifestanti l’obbligo di mascherina all’aperto.

Il sindaco di Trieste Di Piazza è per la linea dura. “Farei come ai tempi delle Brigate Rosse: leggi speciali. Allora c’era l’emergenza terrorismo, oggi c’è la pandemia ma il periodo è sempre drammatico. A mali estremi, estremi rimedi. Io non voglio più zone gialle, arancioni , rosse e chiusure. Non è possibile che un’intera città venga rovinata da quattro deficienti”. affaritaliani.it

Condividi