Migranti, inchiesta “permessi di soggiorno falsi”: 7 arresti a Prato

Per alimentare la manodopera illegale nel distretto cinese del tessile a Prato, una banda aveva organizzato un articolato sistema per la fornitura di permessi di soggiorno falsi. Procura e GdF hanno trovato le “fabbriche” di documenti fittizi per fare il rinnovo dei permessi di soggiorno da parte di orientali assunti “in nero”. Sono 210 gli indagati nell’operazione “Easy permit” mentre altre sette sono finite ai domiciliari. tgcom24.mediaset.it

Leggi anche
Prato: operai pakistani presi a calci e sprangate da imprenditori cinesi

Condividi